Scivola e tocca l'alta tensione, operaio resta folgorato in cantiere, ma viene "miracolato" dal salvavita

Lunedì 6 Luglio 2020 di Massimo Rossignati

VERONA - Incidente sul lavoro stamani nel Veronese. È un operaio di una ditta di Treviso il 49enne finito in ospedale in tarda mattinata di oggi, 6 luglio, dopo essere rimasto folgorato. L’uomo, oggi alle 10, mentre effettuava una gettata di cemento in cantiere di un'azienda agricola di Boi di Caprino Veronese, è scivolato ed ha appoggiato le mani sulla gabbia metallica delle fondamenta, la quale era stata inavvertitamente messa sotto tensione da un cavo elettrico, utilizzato come prolunga per gli utensili degli operai, risultato danneggiato. Fortunatamente, al contatto con la struttura metallica, si è azionato il salvavita che ha immediatamente interrotto il flusso di corrente.

L’uomo è stato prontamente soccorso dai colleghi dell’impresa edile e dai proprietari dell’azienda agricola che hanno chiamato i soccorsi. Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco di Bardolino, è intervenuto il personale del 118 che, attraverso l’eliambulanza, ha provveduto a trasportare il ferito all’ospedale di Borgo Trento dove si trova  ricoverato, in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Gli accertamenti sul luogo del fatto sono stati eseguiti dai carabinieri di Caprino Veronese, unitamente ai tecnici dello Spisal dell'Ulss 9.

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA