Il manostritto del 1400 sparito: rubato dalla Biblioteca Capitolare di Verona, ha un valore inestimabile

PER APPROFONDIRE: biblioteca, furto, manoscritto, verona
Il manostritto del 1400 sparito: rubato dalla Biblioteca Capitolare di Verona, ha un valore inestimabile
VERONA - Un libro di valore inestimabile, risalente al 1400, è stato rubato alla Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo. Il furto, come riferisce il quotidiano L'Arena, è stato scoperto solo dopo alcuni mesi e da tempo sono state avviate le indagini dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio. Il manoscritto era custodito assieme ad altri tesori.

La Biblioteca Capitolare è di proprietà della Diocesi di Verona, conserva 200 manoscritti, 245 incunaboli, 2500 cinquecentine, 2800 seicentine e altri 70 mila volumi. È aperta al pubblico per visite guidate ed eventi culturali che sono gestiti da una fondazione privata. Nel 2009 alla Capitolare erano stati rubati altri preziosi volumi, per i quali era stato arrestato e processato Marino Massimo De Caro, all'epoca direttore della Biblioteca Statale dei Girolamini di Napoli. La refurtiva poi era stata restituita alla Biblioteca.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 20 Novembre 2018, 12:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il manostritto del 1400 sparito: rubato dalla Biblioteca Capitolare di Verona, ha un valore inestimabile
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-11-20 22:29:55
L'acquarello di Durrer con la veduta di Trento con l'Adige che passa sotto la torre verde è sparito durante la seconda guerra mondiale. Che qualche ex soldato dell'armata rossa siberiano quasi centenario non lo abbia nel salotto della sua isba milantandolo come una crosta "regalatagli da poveri tedeschi da lui aiutati per salvare la pelle"?
2018-11-20 20:48:18
Hanno i nomi di tutti coloro che hanno l'accesso a quei manoscritti..quindi dapprima bisogna vedere nelle vite di queste persone. Inoltre sembra che di sicuro non sappiano quando il manoscritto e' stato trafugato. Un ordine di mandato d'arresto -- anche contro ignoti -- europeo e internazionale sono l'inizio...e se non sbaglio hanno pure una banca dati di oggetti rubati (pero' visto e' una Diocesi-- Chiesa -- non so se c'e' l'autorizzazzione). Meglio tardi che mai. A meno che non sia stato rubato su commissione (allora bisogna aspettare che CHI l'ha commissionato muoia). Era assicurato? Auguri agli investigatori.
2018-11-20 18:09:27
Marino Massimo De Caro, pluricondannato per aver sottratto migliaia di volumi antichi dalla biblioteca statale dei Girolamini di Napoli, altri volumi e opere del 1500 dalla biblioteca Fondazione Osservatorio Ximeniano di Firenze, abusando della qualifica di consulente del Ministero dei Beni Culturali, altri libri e opere dalla biblioteca di Monte Cassino e altri volumi ancora dalla Biblioteca Capitolare di Verona nel 2009 e nel 2012. De Caro è stato condannato anche a Roma e a Padova per altri furti e reati di altra natura. Il tribunale di Verona gli aveva concesso i domiciliari in virtù del suo cagionevole stato di salute ma proprio durante la detenzione «casalinga», nell'aprile del 2016 era uscito di casa per commettere una rapina impropria in un supermercato...
2018-11-20 18:51:09
e dove li ha messi, si è fatto una biblioteca privata?
2018-11-20 16:57:07
Sarà in Ukraina