Furto d'identità in consiglio comunale, scatta la denuncia

Martedì 27 Luglio 2021
Andrea Bacciga
1

Il presidente del Consiglio comunale di Verona, Leonardo Ferrari, ha firmato oggi la denuncia alla Polizia Postale per un grave che la notte dello scorso venerdì ha coinvolto l'aula consiliare di Verona. Durante l'esame degli emendamenti alla Variante 29, precisamente a mezzanotte, qualcuno avrebbe votato da remoto un emendamento al posto del consigliere della Lega Andrea Bacciga, impossessandosi illegalmente della sua identità digitale. «Un fatto gravissimo che non ha precedenti a Verona e per il quale si configurerebbero gravi ipotesi di reato - ha detto il sindaco Federico Sboarina -. È inaccettabile che una persona eletta dai cittadini, con importanti responsabilità davanti alla comunità e nel ruolo di pubblico ufficiale, durante l'esame di una delibera, decida di compiere un illecito». «La denuncia era doverosa dopo quanto successo - ha aggiunto il presidente del Consiglio comunale, Leonardo Ferrari -. Un episodio inaccettabile che non ammette tolleranza in quanto ipotizzerebbe differenti reati, tra cui quello di sostituzione di persona e di falsità commessa da pubblico ufficiale. Aspettiamo l'esito delle indagini della Polizia Postale, dopodiché verranno presi i provvedimenti previsti dalle legge».

© RIPRODUZIONE RISERVATA