Zaia: «Non siamo oscurantisti ma il patrocinio della Regione Veneto resta»

Zaia: «Non siamo oscurantisti ma il patrocinio della Regione Veneto resta»
VENEZIA - «Il Veneto non è oscurantista e non sostiene neanche i fondamentalismi». Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia, oggi 23 marzo a Conegliano, sull'ipotesi di ritiro del patrocinio della Regione Veneto al Congresso della famiglia di Verona. «Il Veneto - ha aggiunto - ha dato il patrocinio, che resta, perché è giusto che tutti abbiano la parola nei limiti della sostenibilità. Penso che porre la questione sulla condizione della donna, sul fatto che i governi e le amministrazioni si occupino di più della condizione femminile, sul tema della natalità non siano temi da ritenersi fondamentalisti». «Andrò lì - ha aggiunto Zaia - a portare un pensiero contro l'omofobia, a tutela della libertà di scelta della donna, un pensiero liberale, non medievale ma rinascimentale. Il dibattito sull'aborto rientra negli strati più intimi di una persona. C'è una legge che lo prevede - ha aggiunto - e nessuno sosterrà l'abolizione di questa legge. Io ho avuto il coraggio di portare la fecondazione assistita a 50 anni - ha concluso Zaia - e anche allora il mondo cattolico non era dalla mia parte».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 23 Marzo 2019, 15:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Zaia: «Non siamo oscurantisti ma il patrocinio della Regione Veneto resta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-03-24 19:11:55
Ogni epoca ha avuto manufatti mirabili. Ma quale era la condizione umana?
2019-03-24 14:30:50
Zaia che stai dicendo? Vatti a leggere il programma di quelle persone, c è da far venire i brividi!
2019-03-24 14:19:26
Se il medioevo è stato un periodo fantastico non riesco a immaginare l’entusiasmo di Fiocchi per il rinascimento.
2019-03-24 15:19:50
Il medioevo è stato un periodo tutt'altro che buio, ma pieno di luce e dove c'è stata un'esplosione di bellezza senza pari.... Così diceva Umberto Eco, prendo lui perché laico ma c'è veramente una moltitudine di intellettuali....ma non serve neppure essere intellettuali o intelligenti. Basta entrare in un qualsiasi palazzo o cattedrale dell'epoca e vedere la vera BELLEZZA.....poi se lei preferisce il XX secolo, con le due guerre mondiali, le grandi narrazioni (così si chiamano comunismo, socialismo, fascismo e nazismo) che hanno, loro sì, portato il mondo in direzione opposta alla bellezza... Beh, contento lei...
2019-03-24 11:21:56
Solite battaglie retrograde e ipocrite di Zaia Fedriga e legaioli e fratellastri d'Italia vari. Zaia sarebbe stato più onesto se avesse tolto il ‘non’ dalla dichiarazione nel titolo.