Clochard carbonizzato: nessuna condanna, 17enne affidato in prova

PER APPROFONDIRE: 17 anni, carbonizzato, clochard, imputato
L'auto in cui è stato ritrovato morto carabonizzato il clochard
MESTRE - Sentenza sospesa e messa alla prova per il 17enne unico imputato per l'omicidio di Ahmed Fdil, il senzatetto marocchino di 64 anni morto carbonizzato la sera del 13 dicembre 2017 a Santa Maria di Zevio ( Verona) all'interno dell'auto che l'uomo aveva trasformato nella sua abitazione.

Oggi al tribunale dei Minori di Mestre il giudice Maria Teresa Rossi ha emesso l'ordinanza che dispone l'affidamento in prova per il giovane, sospendendo il processo per tre anni. Il giovane era accusato di avere dato fuoco all'auto in cui Ahmed Ddil stava dormendo, assieme ad un amico 13enne, uscito subito dal procedimento perché non imputabile essendo minore di 14 anni. «Non me l'aspettavo» ha detto l'avvocato Alessandra Bocchi, che tutela i familiari della vittima che non si sono potuti costituire parte civile perché la legge non lo ammette nei processi con imputati minorenni e quindi non hanno potuto ottenere nessun risarcimento. «Prendiamo atto dell'ordinanza - ha aggiunto il legale -, l'accettiamo e la rispettiamo tuttavia, considerato il tipo di reato, ovvero l'omicidio volontario aggravato dalla minorata difesa, secondo noi si sarebbe potuti arrivare a sentenza». «Come era già successo in altri casi - ha concluso - ad esempio la condanna a 18 anni emessa dal Tribunale di Bologna contro due minorenni per un duplice omicidio in provincia di Ferrara».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 31 Gennaio 2019, 15:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Clochard carbonizzato: nessuna condanna, 17enne affidato in prova
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2019-02-01 13:19:11
Com'è che a differenza dei paesi civilizzati non abbiamo i riformatori??
2019-02-01 09:15:41
Malagiustizia colpisce ancora....si continua a dire a dei delinquenti "CONTINUATE TANTO NON PAGATE" mi chiedo come mai in casi come questo non ci son girotondi, magliette rosse, manifestazioni, irruzione nei tribunali da parte dei politici, interpellanze, ecc come quelle in occasione della della Diciotti, Sea Watch, ecc
2019-02-01 08:23:12
"Giustizia" itagliana. In paesi civili sarebbero stati condannati a vita. I giudici si confermano sempre piu distanti dal sentimento comune del popolo. Dove andremo a finire?. Spero che prima o poi cambino queste cose. Bruciare vivo impunemente una persona e diciamo che siamo civili?
2019-02-01 07:48:10
la magistratura del buonismo
2019-02-01 07:25:22
Appero'. I ristoratori cinesi che si sono difesi da una rapina a mano armata quasi sicuramente passeranno piu' guai di questi giovani delinquenti. italia