Clonavano le carte di credito di turisti
italiani all'estero: 6 arresti

Giovedì 6 Dicembre 2018
4
VERONA - Smantellata dai carabinieri una banda di clonatori di carte di credito. Sei gli arresti tra Lazio, Veneto, Sicilia e Lombardia. Ad eseguirli stamattina nelle province di Roma, Verona, Catania e Mantova i carabinieri della Stazione Villa Bonelli, con la collaborazione dei comandi dell'Arma territorialmente competenti. I sei sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata all'indebito utilizzo di carte di credito o pagamento e alla frode informatica tramite accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, nonché spendita e introduzione nello stato di banconote contraffatte.

L'indagine, sviluppata da giugno 2017, ha accertato come operava la banda. I codici con cui realizzavano le carte clonate venivano rubati all'estero ad ignari turisti italiani. Un emissario della banda li portava in Italia, all'interno di chiavette USB, per completare il processo di clonazione in Italia. Le carte di credito clonate venivano utilizzate dai membri della banda per prelievi di contante, per l'acquisto di viaggi di prima classe, per tratte ferroviarie e aeree, effettuati tramite un portale internet intermediario spagnolo. Per i costosi biglietti, mai utilizzati, la banda richiedeva poi il rimborso in contanti per monetizzare.
Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA