L'Adige si alza ancora nella notte. Monitoraggio costante a Ponte Pietra

PER APPROFONDIRE: adige, piena, verona
L'Adige si alza ancora nella notte  Monitoraggio costante
Resta preoccupante la situazione del maltempo a Verona a causa dell'ulteriore innalzamento nella notte del livello dell'Adige. A Ponte Pietra, uno dei punti critici della città, il monitoraggio è costante. L'auspicio è che la decisione del Dipartimento della Protezione Civile di aprire la galleria Adige Garda possa far defluire parte della portata del fiume, ingrossato dalle precipitazioni del Trentino, nel lago.

La piena "lunga" dell'Adige durerà fino alle ore 18. Queste le previsioni dei tecnici dell'Unità operativa della Protezione civile della Provincia di Verona, che stanno monitorando costantemente la situazione. Nella città scaligera sono una ventina i punti strategici, in particolare ponti, presidiati da circa 100 volontari della Protezione civile, coordinati dall'unità operativa provinciale e dalla Polizia municipale. «Osservati speciali» lungadige Attiraglio e l'ospedale di Borgo Trento (dove è stato chiuso l'accesso principale al Pronto soccorso con l'attività sanitari che comunque non è minimamente interrotta), Castelvecchio, Ponte Pietra, Giarina, Boschetto, le Basse di San Michele. Vigilanza costante lungo gli argini e i ponti. Il livello del fiume ha registrato il suo picco alle 8.30 di questa mattina, raggiungendo 1,94 metri sopra lo zero idrometrico a Ponte Nuovo, per poi scendere nelle ore seguenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 30 Ottobre 2018, 08:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'Adige si alza ancora nella notte. Monitoraggio costante a Ponte Pietra
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-10-31 08:12:18
Sig. Direttore sono indignato dal fatto che il suo giornale non abbia fatto cenno al fatto che verona sia stata salvata dalla piena dell’adige da un galleria scolmatrice che scariche le acque dell’adige sul garda. Pensata in epoca veneziana, realizzata a partire dal 1937 e utilizzata dal 1960. Leggendo le annate in cui la galleria è stata utilizzata forse si metterebbe in dubbio la teoria recente delle bombe d’acqua.