Chioggia, la prima volta della zona a traffico limitato: si parte a Pasqua 2023

Giovedì 6 Ottobre 2022 di Diego Degan
CHIOGGIA Da Pasqua avvio alla sperimentazione della zona a traffico limitato

CHIOGGIA - Ztl, si parte. Anzi no: si partirà entro Pasqua, che cade il 9 aprile del 2023, e per i prossimi sei mesi non cambierà nulla per chi si reca in centro storico in automobile. Ma, intanto, chi ritiene di aver diritto all’accesso alla Ztl faccia domanda per avere il pass. Questa fase di “raccolta dati” è già attiva, dal 3 ottobre, e durerà 3 o 4 mesi, ad essa seguirà un periodo di sperimentazione, a telecamere accese ma senza multe e, alla fine, la Ztl sarà operativa. 


IL PERCORSO

«In questo primo anno di amministrazione abbiamo esaminato il progetto preesistente – spiega il sindaco, Mauro Armelao – ci siamo confrontati con le categorie, abbiamo fatto alcune modifiche per non penalizzare nessuno, ma abbiamo anche ascoltato la voce di chi diceva che la Ztl “deve” essere fatta, a tutela della città». Dunque si comincia, gradualmente, ma si comincia, anche perché sarebbe sul punto di concretizzarsi l’accordo con l’Autorità portuale che, con il trasferimento del deposito bus a Val Da Rio, libererebbe il parcheggio di Borgo San Giovanni, ideale per consentire il raggiungimento del centro storico in bus navetta a chi non ci risiede e non ci lavora ma vuole comunque, visitare Chioggia. Due le modifiche importanti apportate al regolamento per l’accesso al centro storico, rivolte ai gestori delle strutture ricettive e ai genitori che accompagnano i figli a scuola in auto. 


PERMESSI ED ESENZIONI
«Gli stessi albergatori potranno accedere al sistema di registrazione delle targhe abilitate e inserire, per il periodo del soggiorno, in arrivo e in partenza, i loro clienti nel data base – spiega il comandante della polizia locale, Michele Tiozzo – lo stesso potranno fare le segreterie delle scuole, a cavallo dell’orario di inizio e fine delle lezioni, per le auto dei genitori “accompagnatori”». I veicoli da registrare, per la Ztl, sono circa 8-9000 anche perché non è stata effettuata alcuna riduzione degli aventi diritto ma, nel periodo di sperimentazione sarà possibile valutare le esigenze dei cittadini che, eventualmente, non si fossero registrati, per confronto con gli attuali permessi o con gli accessi realmente avvenuti. Sarà sempre consentito il traffico di attraversamento (per calle San Giacomo) e, al momento, non è prevista la registrazione delle targhe dei ciclomotori, anche se la Ztl, in futuro, sarà valida anche per questi mezzi. Il pass, in linea generale, spetta a chi vive e lavora in centro storico, senza limitazioni al numero di auto per famiglia (questa è una problematica che potrà essere esaminata quando ci saranno abbastanza parcheggi disponibili alle porte del centro storico) e con un limite di una o due auto per le attività professionali, artigianali e commerciali.

 
IL PASS
Il rilascio del pass (valido un anno ma, in questo primo avvio, fino a tutto il 2023) avverrà previo pagamento di 15 euro, tariffa strettamente sufficiente a coprire le spese e adottata in moltissimi comuni italiani e non dovuta, ad esempio, per le auto dei disabili. La gestione del servizio è stata affidata a Sst ma la polizia locale avrà accesso al sistema per poter sanzionare le violazioni. Sst ha messo a disposizione un ufficio dedicato alle pratiche in via Poli 1 a Chioggia (direzione del mercato ittico, lato ovest, primo piano) dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30 per consegnare la documentazione richiesta. Sono attivi anche: un portale, portaleztl.chioggia.org, per consentire di sbrigare le pratiche on line, la mail ztl@sstchioggia.it e il numero verde 800 761 911 (orari ufficio) per chiedere informazioni.
 

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci