Zaia in diretta oggi: «Il Veneto resta bianco». Rt a 0.86. «Scuole, aspettiamo 3 settimane per capire». Over 80: prenotazioni aperte per la terza dose

Giovedì 30 Settembre 2021
Zaia in diretta oggi

Luca Zaia in diretta oggi, giovedì 30 settembre, per le ultime notizie sull'andamento dell'epidemia da Covid in Veneto. Il governatore torna a parlare dalla sede della Protezione Civile di Marghera, fornendo i dati aggiornati del contagio e delle vittime, oltre che al report sulle vaccinazioni: la buona notizia c'è ed è che il Veneto si conferma zona bianca.

Ma oggi è stata annunciata un'altra novità che riguarda la terza dose di vaccino: da oggi alle ore 12 sono aperte in Veneto le prenotazioni per gli over 80 che abbiano ricevuto la seconda da almeno 6 mesi.

Un nodo cruciale, non solo nella nostra regione, è rappresentato dalle scuole, dove le quarantene per casi di Covid rappresentano un problema per molte famiglie: gli istituti di ogni ordine e grado hanno riaperto i battenti da poche settimane, ma le classi in siolamento sono già molte, soprattutto nelle materne e nelle primarie. E cambiamenti sono in arrivo a stretto giro, secondo quanto annunciato oggi, a livello nazionale, benché la nostra Regione - ha assicurato Zaia - abbia già da una settimana una proposta pronta. 

Zaia in diretta oggi

Il bollettino Covid in Veneto

Sono 472 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore nella nostra regione. L'incidenza del virus in Veneto è di 1,03%. Gli attualmente positivi sono 10.618. La situazione negli ospedali: ci sono 279 pazienti ricoverati (-12), 50 in terapia intensiva e 229 pazienti in area non critica.

Il bollettino integrale di oggi - scarica il Pdf

Le ultime notizie

Nonostante i contagi continuino ad esserci, il complesso dei dati veneti fa ben sperare il presidente: «La curva dei contagi è in remissione, ad oggi, in Veneto. Il virus circola, ma è vero che la vaccinazione ha cambiato il corso della storia del Coronavirus e ci permette di essere più tranquilli rispetto a prima - ha affermato Zaia -. Ovvio, mascherina e igienizzazione devono sempre essere utilizzati dai cittadini. Penso che quelli di oggi siano bei dati, il 65% di chi finisce in ospedale non è vaccinato, e l'80% di chi finisce in terapia intensiva non è vaccinato. Troviamo vaccinati in area non critica, ma in terapia intensiva è raro, sono il 20% ed hanno tutti una storia particolare».

Veneto resta bianco

«Il Veneto resta zona bianca, abbiamo 40,7 positivi ogni 100mila abitanti a settimana - ha annunciato Zaia, rivelando i dati dei parametri di oggi -. L'Rt è 0.86, siamo abbondantemente sotto l'1. Occupazione delle terapie intensive è scesa di un punto, è al 5%, in area medica dal 4% scendiamo al 3%. Due sono le vittime, per un totale di 11.775».

Scuole: novità sulla quarantena in classe

Il tema scuola è molto caldo, tanto che è diventato argomento di discussione a livello nazionale fra Roma e le Regioni, e a quanto pare a breve arriveranno sostanziali cambiamenti nella gestione dei casi positivi in classe: «Abbiamo aperto le scuole il 13 settembre: dobbiamo aspettare 3 settimane, almeno, per capire come sarà l'andamento del virus con il ritorno in classe dei ragazzi. L'hanno scorso con la riapertura delle scuole i contagi lentamente risalirono, adesso non sta succedendo ma potremo dirlo con sicurezza a metà ottobre», ha sottolineato Zaia, proseguendo sul tema quarantene: «Abbiamo presentato una proposta, nell'ottica di non chiudere le scuole perché c'è un positivo. Servono modalità meno invasive e potremmo tenere presente dei parametri, come il numero di vaccinati nell'aula. L'altro aspetto è chiedersi a che distanza si trovava il positivo rispetto agli altri ragazzi e molte valutazioni. Noi saremmo pronti e abbiamo visto una forte disponibilità da parte del Governo a risolvere questo problema, quello della quarantena scolastica. C'è un gruppo di lavoro attivo, a breve avremo delle novità a livello nazionale».

Vaccini, terza dose per over 80

«Vaccini e terze dosi: stiamo andando avanti con i fragili, abbiamo iniziato ad aggredire le case di riposo», ha detto il governatore, annunciando: «Abbiamo anche la necessità di avvisare che dalle 12 di oggi sono aperte le prenotazioni sulla piattaforma per gli over 80 (sono 365mila in tutto il Veneto). La terza dose è per chi ha almeno 6 mesi dalla seconda dose. Andiamo avanti con ospedalieri e sanitari».

In Veneto l'82,3% della popolazione vaccinabile ha ricevuto due dosi anti-Covid, rispetto all'80,9% di una settimana fa. «È segnale del fatto - ha commentato il presidente Luca Zaia - che il lavoro dei 60 centri vaccinali e dei 1.600 addetti sta funzionando. C'è qualcuno che è un pelettino più alto, ma noi non abbiamo fatto gli open day per i vaccini a vettore virale». Nelle ultime 24 ore sono state somministrate 14.141 dosi.

Discoteche

«Il mondo delle discoteche, fin dal promo giorno, si è messo a disposizione per fare tampone all'ingresso, fare screening, monitorare i ragazzi. Si tratta di un comparto produttivo messo in ginocchio. Queste attività purtroppo non hanno avuto risorse e anche le promesse si sono trasformate in desolazione e devastazione. E pagano un conto salato per un retaggio culturale». Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia, che ha spiegato quindi: «Si tratta di un comparto importante che in Veneto conta 22mila posti di lavoro, un comparto che sta per chiudere definitivamente, e per questo mi appello al premier Draghi, al ministro della Salute, al Cts, le discoteche devono riaprire», ha concluso.  

Legge sull'autonomia

Stiamo lavorando in maniera proficua in questa fase con i nostri tecnici, Veneto e Lombardia in particolare, per trovare una soluzione e se si riesce a fare una proposta da condividere come Regioni e portarla avanti. La prossima settimana dovremmo poterne discuterne ancora. Siamo lontani da un testo di legge quadro, ma stiamo lavorando per questo. Confido sul fatto che il presidente Draghi sa benissimo che l'autonomia è una assunzione di responsabilità e un presidente che si presenta come uomoe della responsabilità se vuole combattere gli sprechi deve sapere che la strada è proprio l'autonomia.

Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 14:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA