Rubano il portafogli alla soprano, poi la polizia le scrive su Messenger...

Sabato 20 Luglio 2019
La soprano Yunah Lee
4

MESTRE - Termina con un lieto fine la vicenda della nota cantante lirica, Yunah Lee, che nei giorni scorsi era stata derubata del proprio portafogli nel quale custodiva i propri documenti, tra cui il passaporto statunitense e varie carte di credito. Il portafogli è stato ritrovato e consegnato presso il Commissariato di Mestre  con all’interno ancora i documenti di viaggio e perfino le carte di credito. Gli agenti lo hanno preso in consegna ed hanno effettuato le ricerche relative all’intestataria dei documenti, scoprendo così che si trattava del famoso soprano, residente in Arizona, che si trovava in quei giorni a Venezia. Hanno quindi deciso di provare a contattarla, in assenza di altri riferimenti che consentissero una procedura “veloce”, tramite l’applicazione Messenger, riuscendovi e invitandola così presso il Commissariato per ritirare quanto le era stato sottratto. La cantante ha voluto ringraziare personalmente gli operatori del Commissariato per l’iniziativa assunta. Un ulteriore ringraziamento pubblico è arrivato il giorno successivo, sulla pagina Facebook della soprano, attraverso un post in cui ha dichiarato (traduzione, n.d.r.): “A tutti può capitare di essere derubati in Italia; ma a quanti capita di essere contattati dalla Polizia perché documenti e portafogli sono stati ritrovati? Il mio terzo giorno in Italia ed ecco il miracolo! Grazie per avermi cercata su google, siete i miei eroi!”

 

Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 12:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA