Spariscono 1.500 euro dal conto di una donna con la truffa del vishing: 3 denunciati

Martedì 29 Settembre 2020
2

MARCON - Una signora di Marcon è caduta vittima del vishing, una truffa telefonica,  e si è vista sparire dal conto corrrente la somma di 1.500 euro. La donna ha sporto denuncia e i Carabinieri di Marcon hanno individuato e denunciato tre pregiudicati, tutti residenti in Campania, risultati responsabili in concorso della truffa. I tre avrebbero colpito altri 12 malcapitati negli ultimi tempi.

Pochi giorni fa a Martellago i Carabinieri erano riusciti a bloccare e restituire ai proprietari, due imprenditori, ben 75.000 euro sottratti con la medesima truffa, purtroppo in fase di diffusione.

Cosa è il VISHING? Una truffa basata nell’agganciare telefonicamente una vittima, tramite un numero verde associato ad un istituto di credito, facendogli credere, dal finto operatore dell’istituto bancario, di aver constatato un bonifico fraudolento in uscita dal conto corrente, richiedendo, per bloccare l’operazione, di comunicare i codici di accesso al conto corrente (online). E’ in questo frangente che la vittima, temendo un illecito e vero prelievo di denaro dal proprio conto corrente, associato al tono allarmante del finto operatore, cade nella rete di quest’ultimo ed ingenuamente comunica i propri codici di accesso relativi al suo Istituto di credito. Al termine della telefonata, la vittima viene rassicurata sul buon esito dell’operazione sapendo che ora il denaro, che stava per essere prelevato dal suo conto, invece è al sicuro. D’ora in poi invece contrariamente il finto operatore dell’istituto di credito, inizia ad effettuare fraudolentemente svariate operazioni di prelievo sul conto corrente on line del malcapitato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA