Il capo è il 65enne croato re dei furti di diamanti

Venerdì 9 Novembre 2018
3

È il 65enne croato Vinko Tomic, secondo gli investigatori, la mente del furto di gioielli alla mostra «Tesori del Moghul e del Maharaja» dello scorso 3 gennaio a Palazzo Ducale. Una persona con diverse identità, già ricercata in Svizzera per un furto di diamanti all'esposizione "Baselworld 2011", e per gli inquirenti legata a numerose rapine commesse in tutto il mondo. Tomic sarebbe associato alle "Pink Panthers", rete internazionale protagonista di furti e rapine in diversi Paesi. Sarebbe stato lui, secondo la polizia, a prelevare materialmente un paio di orecchini e una spilla del valore di due milioni di euro dalla teca della Sala dello Scrutinio.

Per organizzare il colpo si è avvalso dell'aiuto di cinque complici, di cui tre di nazionalità croata e due serba. Tra gli indagati ci sono Želimir Grbavec (48 anni), Zvonko Grgic (43 anni) e Vladimir Đurkin (48 anni), tutti arrestati mercoledì in Croazia. Un quinto uomo, un 54enne serbo, è stato fermato giovedì mattina al valico di frontiera di Tovarnik

Gli agenti sono riusciti a individuare il luogo in cui avevano alloggiato i ladri e, tramite la collaborazione con la polizia croata e serba e con l'aiuto della tecnologia, li hanno identificati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA