Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maxi temporale a Vigonovo: i ladri approfittano del rumore dei tuoni e fanno razzia nelle case. Poi scappano ridendo

Mercoledì 17 Agosto 2022 di Vittorino Compagno
Maxi temporale a Vigonovo: i ladri approfittano del rumore dei tuoni e fanno razzia nelle case. Poi scappano ridendo
5

VIGONOVO - Lampi, tuoni e una pioggia dirompente non hanno impedito ad una banda di ladri di effettuare un furto in una abitazione ubicata in via Piovego, a Tombelle di Vigonovo. Tutto è successo nella tarda serata di ferragosto. In casa non c’era nessuno poiché i proprietari si trovano in vacanza. I malviventi non hanno avuto paura neppure del sistema d’allarme della casa. Molto probabilmente, secondo i loro piani, il suono della sirena allarme si sarebbe confuso con i rumori dei tuoni. Tutto è avvenuto intorno alle 23 di lunedì, quando appunto nella zona stava imperversando un forte temporale con lampi e tuoni.

I ladri approfittano del rumore dei tuoni e fanno razzia nelle case

Dopo avere provato ad entrare nell’abitazione da due punti diversi, i ladri hanno trovato un punto debole in una finestra del bagno situato al pianterreno della casa. Una volta entrati, sono saliti di corsa verso le camere da letto poste al piano superiore. In pochi istanti hanno rovesciato diversi cassetti, trovando parecchi monili d’oro che la famiglia aveva lasciato a casa per sicurezza . Pur tra i tuoni, il rumore prodotto dalla sirena d’allarme è stato udito dai genitori della proprietaria della casa violata, che abitano in una abitazione posta a fianco. Una volta usciti per controllare, hanno visto tre persone dal fisico robusto e con una mascherina anti covid in volto allontanarsi in fretta e scomparire nel buio. Alle loro grida e alle loro imprecazioni, i malviventi hanno risposto con risa sguaiate e frasi pronunciate in una inconfondibile lingua usata in un paese dell’est Europa. I tre sono quindi scappati salendo a bordo di un furgone parcheggiato poco lontano. Una volta dato l’allarme alle forze dell’ordine, sul posto è giunta una pattuglia di carabinieri che hanno perlustrato i dintorni senza peraltro individuare il mezzo sospetto.

L’abitazione derubata si trova in una zona di campagna. Il valore del furto è di varie migliaia di euro. Gli ori sono il frutto di una vita di varie generazioni della famiglia, che però è assicurata contro i furti. La mamma della donna derubata ha faticato molto a contenere le ire del marito, che armato di un bastone voleva uscire per affrontare apertamente i ladri. E’ stato meglio così in quanto la loro reazione potrebbe essere stata molto violenta. Durante la stessa serata una banda di ladri, molto probabilmente la stessa, è stata individuata anche a Camponogara. Una volta scoperti, i ladri hanno cercato altri obiettivi raggiungendo quindi Vigonovo, dove i loro intenti sono andati a buon fine.

Ultimo aggiornamento: 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci