Stop all'acqua alta, nuovo progetto mette all'asciutto Piazza San Marco

PER APPROFONDIRE: acqua alta, piazza, san marco, venezia
Stop all'acqua alta, nuovo progetto  mette all'asciutto Piazza San Marco
VENEZIA - Alcune rive saranno rialzate, gli antichi gatoli ripuliti e in alcuni casi spalleggiati dall'inserimento di nuove condotte per dividere gli scarichi delle acque bianche da quelle nere. Si cercherà di recuperare tutta l'antica rete idraulica, introducendo valvole elettromeccaniche e sfruttando la vasca di riempimento che già si trova sotto il molo della piazzetta. Solo come extrema ratio si penserà all'inserimento di guaine impermeabili, verticali, nel sottosuolo.

E questo è solo l'inizio del complesso lavoro che prenderà il via in primavera per mettere all'asciutto Piazza San Marco dall'acqua alta. L'intervento è vasto, ma alla fine permetterà di isolare tutta l'area marciana dall'alta marea fino a 110 centimetri, perché oltre ci penserà il Mose. Questa è la quota di salvaguardia prevista per l'area marciana che oggi va sott'acqua a 80 centimetri sul medio mare.

Un progetto da 20 milioni di euro: lo studio di fattibilità è pronto, il progetto preliminare è in fase di ultimazione e a breve partirà la fase di studio da parte dello Iuav per le parti architettoniche e dell'Università di Padova per quelle geotecniche sul terreno ed efficienza idraulica. A lavorarci sono le società Tethis e Kostruttiva, incaricate dal Provveditorato alle Opere pubbliche, ex magistrato alle Acque, tramite il Consorzio Venezia Nuova. L'architetto Francesco Lanza (Thetis) è il capo progetto e segue gli aspetti legati alla tutela e restauro. Altro responsabile è l'ingegnere Lino Pollastri, project manager (Kostruttiva) che invece coordina la parte idraulica. La strategia di protezione della Piazza prevede un intervento per lotti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 4 Settembre 2018, 15:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Stop all'acqua alta, nuovo progetto mette all'asciutto Piazza San Marco
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2018-09-05 10:35:12
ecco spuntare un altro mini-mose!...
2018-09-05 09:23:12
Pura follia
2018-09-05 00:15:32
Deve essere il Mose 2.
2018-09-05 00:14:20
Prima il canale dei petroli che aumentando la salinità dell'acqua in laguna ha spezzato un ecosistema che durava dai tempi dei Dogi, colpo finale il mose e la laguna è diventata uno stagno. Complimenti a voi Ingegneri e tecnici ne avete pensata una nuova.Poco importa noi indigeni siamo sempre meno e Venezia è diventata una colonia Bengalese e a loro poco importa.Avete la strada spianata.
2018-09-04 23:06:15
:)) ciò mi rimanda a un fumetto de Paparino e co, dove arguti ing zatterarono piassa San Marco con enormi materassi gonfiabili. Poi, arrivò la Banda Bassotti che... Rubarono tutto:))) ciauz dal Golan