Grande nave sfiora la riva, aperta un'inchiesta per pericolo di naufragio

Martedì 9 Luglio 2019
15

VENEZIA - Pericolo di naufragio è l’ipotesi di reato su cui sta lavorando la procura di Venezia dopo l'episodio di domenica con la nave Costa Deliziosa  che  ha rischiato di travolgere uno yacht attraccato in Riva 7 Martiri e altre barche a causa delle fortissime folate di vento.

Il pm  Andrea Petroni – stesso magistrato che col collega Giorgio Gava segue l’inchiesta sullo schianto della Msc Opera del 2 giugno – ha aperto un fascicolo sulla base della prima relazione arrivata dalla Capitaneria di Porto e ha contestato quel reato che si configura anche nel caso in cui non ci sia poi un naufragio effettivo.
 

I PILOTI «Le misure messe in campo dal Comandante del Porto, unite alla perizia tecnica dei Piloti e dei servizi tecnico-nautici in generale, sono state in grado di rispondere efficacemente all'emergenza climatica». Lo afferma in una nota la Federazione Italiana Piloti dei Porti, a proposito dell'episodio verificatosi domenica a Venezia. Precisando che la manovra di partenza della 'Costa Deliziosà era avvenuta «in condizioni metereologiche buone e prestando la giusta attenzione ad eventuali fenomeni temporaleschi in atto», e che «nessun piovasco era in vista per un raggio di 6 miglia», la nota sottolinea che «diversi minuti dopo la partenza dalla Marittima, la Costa Deliziosa è stata investita da una forte ed improvvisa tempesta di vento, pioggia e grandine quasi a similitudine delle tempeste tropicali» e «non ha potuto che subire questa estrema ed imprevedibile violenza meteo-marina». La federazione piloti evidenzia infine che «il pieno impiego delle ottime capacità manovriere della nave e il coordinamento di tutti gli attori portuali sulla scena ha fatto sì che la situazione fosse sempre sotto controllo, riportandola, in un lasso di tempo molto breve, alla normalità» e che «tutto il traffico pubblico locale era in movimento in laguna, financo il traghetto, partito regolarmente dal Lido per il Tronchetto alle 18 circa, che si è incrociato regolarmente con la Costa Deliziosa all'altezza del giro di San Giorgio».

Ultimo aggiornamento: 17:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA