Domenica 6 Ottobre 2019, 20:53

Mamma in vaporetto: «Mia figlia a terra rischiava di morire e il comandante ha tirato dritto»

PER APPROFONDIRE: choc anafilattico, mamma, vaporetto, venezia
Battello Actv nel Canale della Giudecca (foto di repertorio)

di Tomaso Borzomì

VENEZIA - L’ansia e la preoccupazione per la salute della figlia con uno choc anafilattico in corso hanno fatto sì che Alessia Gianni chiedesse aiuto al preposto al comando del vaporetto della linea 2. Scontrandosi però con l’impossibilità, spiegata dal pilota, di saltare una fermata per far giungere più velocemente la donna a casa dalla figlia.



Tutto è accaduto sabato sera attorno alle 21.30: la madre si trovava nella tratta Tronchetto-Sacca Fisola, quando le è squillato il telefono: «Mi ha chiamato da Santa Margherita mia figlia, che soffre di allergia, dicendomi che non si sentiva bene e che cominciava a mancarle il respiro, mi ha spiegato i sintomi e le ho dato indicazioni, le ho detto di prendere un broncodilatatore - ha tutto il suo kit salvavita con lei - e che l’avrei richiamata dopo pochi secondi». La causa sarebbe stata una confezione di cioccolato che avrebbe potuto esser fatale alla quindicenne, allergica alle noci. A quel punto, la donna ha chiesto aiuto al comandante
, dopo aver domandato alla figlia di iniettarsi l’adrenalina ed essersi sentita dire che non era in grado di farlo perché in preda ad un attacco di panico: «Sono corsa in cabina dal capitano, gli ho detto di avere un codice rosso, c’era mia figlia ai Carmini che si stava
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mamma in vaporetto: «Mia figlia a terra rischiava di morire e il comandante ha tirato dritto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 59 commenti presenti
2019-10-08 08:45:51
uno si sveglia alla mattina e chiama un'emergenza. Non funziona cosi'(per fortuna)
2019-10-08 07:27:53
Anch'io farei partire la denuncia prima dall'azienda e poi dal comandante nei riguardi della "SIGNORA!!!!".
2019-10-08 06:22:35
Che strano, l azienda, non dice nulla, zitta, perché???
2019-10-08 13:42:37
perche' dinanzi a certe "personagge" e' meglio tacere.
2019-10-07 20:40:18
Il comandante di un mezzo pubblico ha i suoi doveri, la richiesta della signora esulava da questi doveri! Se avesse dirottato di sua iniziativa il vaporetto poteva andare incontro a grane, anche perche' si basava solamente su cio' che gli diceva la signora..... ma per quello che ne sapeva lui, era veramente un'emergenza cosi' grave? Per le emergenze esiste il 118.