Conto choc, scontrini dello scandalo: la Cnn invita a scegliere altre mete

Martedì 23 Gennaio 2018 di Michele Fullin
132

VENEZIA - Entrambi gli esposti presentati dai 7 turisti giapponesi (3 ragazze e 4 ragazzi, tutti ventenni) parlano di mancata emissione dello scontrino fiscale nei due ristoranti, limitandosi a esprimere sorpresa per i prezzi (1.143 e 324 euro). La denuncia in questo senso è comune: «Non ci hanno rilasciato alcun documento fiscale», hanno raccontato alla Guardia di Finanza di Bologna i 7 studenti. Pertanto, l'unico fronte che si è finora aperto è proprio quello del presunto illecito fiscale, su cui le Fiamme Gialle sono al lavoro.
 

 

L'episodio che desta più scalpore riguarda l'osteria Da Luca alle Mercerie, avvenuta all'ora di pranzo: i 4 studenti di cucina in viaggio di studio hanno dichiarato di aver preso 4 fiorentine da circa 400 grammi cadauna, un fritto misto grande da dividere in 4 e 2 calici di vino rosso. Inoltre prima del pranzo il cameriere ha versato due volte un calice di aperitivo senza averne richiesta. Totale, 1.143 euro da ricevuta della carta di credito. Su quello che hanno mangiato c'è la parola dei giapponesi contro quella dei gestori.
 

Le altre 3 ragazze giapponesi hanno invece mangiato alla  "trattoria Casanova" sempre in centro storico: 2 primi, un secondo grande e due bottiglie d'acqua. Conto di 314 euro (vedi scontrino), anche in questo caso nessun documento fiscale.

Intanto, a cadere come il cacio sui maccheroni, c'è la tv americana Cnn che se ne esce mettendo Venezia tra le 12 destinazioni da evitare per il 2018. Questo a causa del suo sovraffollamento turistico, che in certi giorni sfiora le 100mila persone, per il problema delle navi  e per la crescente insofferenza dei cittadini. Sia chiaro, le 12 località da non visitare sono tra le mete turistiche più ambite al mondo: siamo in compagnia di Dubrovnik, Santorini e Barcellona. Nel mondo ci sono poi il Bhutan e persino l'Everest, le Galapagos e l'Antartide. 

IL SINDACO - Nel momento in cui si stava ancora godendo il successo del vertice sino-europeo sul turismo a Palazzo Ducale, il sindaco Luigi Brugnaro si trova costretto a far fronte all'ennesima tegola sull'immagine della città. «Se sarà confermato questo episodio vergognoso - scrive il sindaco - faremo tutto il possibile per punire i responsabili. Noi siamo per la giustizia, sempre!».

 

Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio, 10:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA