«Da anni tutti i soldi dirottati sul Mose, per salvare le case zero»

Lunedì 18 Novembre 2019
Burano sommersa
2

BURANO (VENEZIA) - «Brugnaro e Zaia hanno fatto passerella, ma non hanno risposto alla domanda esplicita degli isolani. Da quando i fondi della legge speciale sono stati incanalati al Consorzio e al Mose si sono interrotte le creazioni delle vasche che, oggi, hanno salvato qualche isolato. Occorre quindi ripristinare quegli aiuti che permettano di mettere in sicurezza le case e a nulla serve il regalo di un frigorifero nuovo». Lo dice il presidente delle Municipalità di Venezia, Murano e Burano Giovanni Andrea Martini facendo riferimento in particolare alla situazione sull'isola di Burano. «Da Burano - spiega Martini - si leva un grido di dolore. L'acqua è entrata nelle case e nelle case la zona giorno è quasi sempre al piano terra. L'acqua entrava dalle porte e filtrava dai muri. Quasi tutti hanno salvato gli elettrodomestici, ma il resto?».

Ultimo aggiornamento: 14:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA