Nuova ordinanza in arrivo in Veneto, Zaia: controlli anti Covid ai viaggiatori «negli aeroporti e al porto». Marco Polo raddoppiate le linee di screening

Domenica 18 Luglio 2021
Nuova ordinanza in arrivo in Veneto, Zaia
5

Nuova ordinanza regionale in arrivo per il Veneto, lo ha annunciato il governatore Luca Zaia. Lo scritto è in fase di elaborazione e l'obiettivo è quello di aumentare e rendere maggiormente efficienti i controlli anti Covid negli aeroporti e nel porto, soprattutto di quei cittadini che si sono imbarcati in Paesi europei dove il contagio è importante. Ma non solo, il monitoraggio riguarda anche i veneti di rientro dalle vacanze, o comunque da viaggi.

Novità al Marco Polo

L'area tamponi all'interno dell'aeroporto Marco Polo di Venezia raddoppia. Da 5 a 10 linee di screening anti Covid per effetto dell'ordinanza annunciata dal presidente Luca Zaia. La normativa indicherà di rafforzare i controlli agli arrivi dai Paesi europei oggetto di forte contagio, con una campagna di tamponi aggressiva. Al Covid point all'interno dell'aeroporto di Venezia, si aggiungono così già da domani, lunedì 19 luglio, fino a 5 linee di effettuazione dei tamponi, che si sommano alle 5 già attive (composte da 3 linee amministrative di accettazione e produzione della documentazione e due di erogazione del test).

Saranno effettuati tamponi rapidi di terza generazione, oltre che alle partenze, anche agli arrivi. E verrà verificato in alternativa se il viaggiatore è già in possesso di un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti o del Green pass. Come avviene ogni giorno, nella giornata di oggi sono stati sottoposti a tampone 546 viaggiatori, coinvolti in 26 voli: 6 per la Francia, 4 per la Spagna, 6 per la Germania, 1 per la Grecia, 3 per la Gran Bretagna, 1 per la Danimarca, 1 per la Turchia, 1 per gli Stati Uniti, 1 per l'Austria, 1 per la Svizzera e 1 per il Lussemburgo. Nessuno di loro è risultato positivo.

Green pass, sarà obbligatorio in locali al chiuso, treni, aerei e navi. Martedì il governo decide

 

Controlli per i viaggiatori in Veneto: cosa cambia

«Stiamo lavorando già da un paio di giorni ad un'ordinanza per incentivare i controlli agli arrivi negli aeroporti, nel porto e nei confronti dei cittadini in generale che provengano da Paesi europei che oggi sono oggetto di forte contagio. Presenteremo questa ordinanza rapidamente - spiega .- Conto di firmarla alla volta di domani, in modo che ci consenta di essere operativi già nei primi giorni della settimana con una campagna di tamponi aggressiva». I controlli, precisa Zaia, «riguarderanno anche i viaggiatori che rientrano dalle vacanze, e non solo». 

 

 

Ultimo aggiornamento: 19 Luglio, 16:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA