Vendeva Ferrari, Audi e Maserati, ma
tutte in nero: evasione fiscale milionaria

Il commerciante in nero vendeva anche Ferrari

di Lorenzo Mayer

VENEZIA - Pi¨ di centocinquanta auto di grossa cilindrata vendute in tre anni. Veri e propri bolidi da collezione: Ferrari, Bmv, Audi, Volvo e anche Maserati. Ma la societÓ era sconosciuta al Fisco: il titolare, F.C. di 40 anni, risiede al Lido di Venezia e la sede della societÓ era nella sua abitazione privata, nella zona di San Nicol├▓.



Da qui partivano ordinativi per tutto il nord Italia, in particolare nella zona del Trevigiano, prontamente soddisfatti. ├ł quanto ha portato alla ribalta la Brigata del Lido della Guardia di Finanza, comandata dal luogotenente Luigi D'Aco. Nel triennio, dal 2006 al 2008, questa societ├á aveva fatto affari d'oro: oltre 6,1 milioni di euro di ricavi, suddivisi in tre annualit├á, da cui ├Ę poi scaturita un'Iva dovuta, ma non versata, per oltre due milioni di euro.



Nel primo anno erano stati dichiarati ricavi inferiori a quelli effettivamente incassati, nei successivi due, la dichiarazione dei redditi era stata completamente omessa. Tutto ├Ę stato scoperto attraverso accertamenti bancari. I primi sospetti delle Fiamme gialle erano scattati perch├Ę la societ├á risultava non pi├╣ attiva ma sempre formalmente esistente, con sede del titolare al Lido di Venezia.



F.C. non operava da solo, ma con il sostegno di altri due collaboratori, attivi nella zona della Marca. Tutti e tre, pur con responsabilit├á e ruoli diversi, sono stati denunciati, secondo le norme di polizia tributaria, per dichiarazione dei redditi inferiore e poi completamente omessa. Rischiano una pena fino ad un massimo di 5 anni di reclusione. Dal punto di vista della sanzione economica ├Ę in arrivo una stangata da 4 a 8 milioni di euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 11 Febbraio 2012, 09:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vendeva Ferrari, Audi e Maserati, ma
tutte in nero: evasione fiscale milionaria
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti