Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Li abbiamo visti in A28, venite»: scatta la caccia
all'Audi gialla ma non era quella dei criminali

Domenica 24 Gennaio 2016
«Li abbiamo visti in A28, venite»: scatta la caccia all'Audi gialla ma non era quella dei criminali
22

VENEZIA - Sembrano inafferrabili, fantasmi, frecce: sono i banditi dell'Audi gialla che oramai da giovedì sta sfrecciando lungo le strade del Nordest seminando il panico e dando il via a una caccia sia su strada che a colpi di segnalazioni da parte di tutti gli automobilisti che se la sono trovata davanti per qualche istante. Sì, perché quei banditi premono forte il piede sull'acceleratore e viaggiano ai 270 all'ora, mettendo a rischio tutti quelli che li incrociano. Eppure, nonostante il dispiegamento di forze sul territorio per acciuffarli, loro continuano a muoversi indisturbati, sfidando tutto e tutti.

AVVISTAMENTO ORE 12
«Li abbiamo visti in A28, venite»: un nuovo avvistamento dell'Audi gialla: la a segnalazione è partita da alcuni automobilisti trevigiani che hanno subito avvertito il 112. Le verifiche non si sono fatte attenderema non sembra che la vettura segnalata sia quella dei criminali.

​NOTTE DI CONTROLLI
Posti di blocco e controlli per tutta la scorsa notte in Veneto da parte di polizia e carabinieri ma non ha dato ancora esito la caccia all'Audi Rs4 gialla rubata. Le segnalazioni più attendibili della presenza del bolide si fermano al momento a ieri pomeriggio, nel Trevigiano, ma nemmeno il sorvolo della zona con gli elicotteri aveva permesso di individuare la vettura. C'è inoltre un fattore psicosi, che fa aumentare i casi di segnalazione dell'auto, ma si rivelano talvolta infondate. Carabinieri e polizia monitorano le strade di accesso ai caselli autostradali, e le aree di servizio della regione, con controlli mirati e uomini in borghese.

GLI AVVISTAMENTI DI IERI
Le segnalazioni di ieri sono moltissime, una sembrerebbe particolarmente attendibile: quella che localizza l'Audi gialla pochi minuti prima di mezzogiorno sulla Treviso Mare, a ridosso di Meolo in territorio veneziano. L'elicottero della polizia si è alzato: nulla.  Sempre nel pomeriggio di ieri sono arrivate nuove segnalazioni: RoncadeMogliano, Preganziol, Trevignano.

Contromano sul Passante di Mestre


 

I TRE BANDITI - E ANCHE SE LI PRENDESSERO?
Sarebbero tre albanesi sotto i trent’anni, probabilmente incensurati, tanto da non preoccuparsi di nascondere il viso, come quando sono stati ripresi dalle telecamere del distributore di San Zenone degli Ezzelini . Cosa sarà di loro una volta catturati? I reati di cui si sono resi responsabili sono gravi, ma non da banda del terrore: eccesso di velocità e altre infrazioni al codice per le manovre spericolate in autostrada, resistenza a pubblico ufficiale (non si sono fermati ai posti di blocco, a Abano Terme, e a Trieste, dove le forze dell'ordine hanno esploso alcuni colpi a scopo intimidatorio), ricettazione (l'auto risulta rubata), e furto. Non c'è ancora inoltre una loro identificazione certa.

Tutti gli approfondimenti sul caso dell'Audi gialla, le segnalazioni, le ricostruzioni degli spostamenti e le testimonianze di chi ha visto la macchina maledetta in azione sull'edizione del Gazzettino oggi in edicola.

Ultimo aggiornamento: 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci