Riconoscono il "truffatore delle Poste" in un servizio delle "Iene": rintracciato e denunciato

Domenica 10 Maggio 2020
Truffatore riconosciuto dai poliziotti in un servizio delle Iene e rintracciato a Napoli
VENEZIA - Truffatore incastrato dalle immagini di un servizio delle "Iene". Giovedì 7 maggio  il Commissariato di Marghera ha denunciato un ragazzo del 1997, per un tentativo di truffa commesso nel 2018, oltre che per i reati di sostituzione di persona e possesso di documenti d’identità falsi validi per l’espatrio.
I FATTI
Nel novembre del 2018, la Squadra Volanti della Questura di Venezia era intervenuta all’ufficio postale di via Esiodo a Mestre e a quello di via Tommaseo a Marghera, poiché erano stati segnalati due tentativi identici di truffa posti in essere da parte dello stesso uomo. Il truffatore nelle due circostanze aveva esibito agli sportelli postali due moduli di riscossione dell’Agenzia delle Entrate e alcuni documenti intestati a due soggetti diversi, ma con la foto ritraente l’effige della stessa persona.

 In entrambi i casi, il presunto utente era stato invitato ad attendere qualche istante per consentire al personale di effettuare alcune verifiche di routine, e in entrambe le circostanze lo stesso, con la scusa di dover spostare l’auto, era uscito dall’ufficio dileguandosi e lasciando tutta la documentazione allo sportello. Gli accertamenti avevano consentito di appurare che sia i moduli di riscossione che i documenti personali presentati dall’uomo erano contraffatti. Erano state quindi visionate le telecamere degli uffici ed era stata recuperata un’immagine chiara del presunto truffatore. Purtroppo dal fotogramma ricavato dal sistema di video sorveglianza dell’ufficio postale di Marghera e dalle foto riportate sui documenti, pur divulgate anche in ambito nazionale, non si era riusciti ad ottenere alcun riscontro utile per le indagini.
LA SVOLTA
Un anno dopo, nel novembre del 2019, alcuni agenti delle Volanti della Questura di Venezia riconoscono l’autore dei tentativi della “truffa delle poste” nel protagonista di un servizio del programma televisivo “Le Iene”, che riguardava un’altra truffa relativa alla vendita di un’autovettura. Il fatto oggetto del servizio era accaduto in Friuli Venezia Giulia: il truffatore, utilizzando un altro nome falso, era riuscito a impossessarsi di un’auto costosa. A questo punto gli agenti, esperiti i dovuti accertamenti, hanno segnalato il fatto ai poliziotti del Commissariato di l lavoro per sviluppare i nuovi spunti investigativi e, verificata la corrispondenza tra i soggetti, hanno poi accertato la presenza del soggetto a Marghera nel giorno dei tentativi di truffa.
A questo punto l’uomo, con diversi precedenti per truffe commesse in varie zone d’Italia, da Genova a Milano, da Bari a Pordenone, è stato rintracciatonella provincia di Napoli ed è stato denunciato per i fatti accaduti a Venezia nel 2018.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA