Gioielleria Nardi Venezia dal 1925, in piazza San Marco le vetrine che hanno fatto storia Foto Video

Giovedì 3 Febbraio 2022 di Federica Repetto
Gioielleria Nardi Venezia dal 1925

​VENEZIA - Gioielli, stile, esclusività. Giulio Nardi, fiorentino per nascita, arriva a Venezia negli anni Venti ed inaugura la sua prima attività orafa in Piazza San Marco. La gioielleria, a conduzione familiare e che si posiziona come uno dei nomi più affermati dell'arte orafa mondiale, ha una storia imprenditoriale affascinante e le creazioni di alto artigianato, risultato di una costante ricerca di innovazione e apertura internazionale, sono legate alla nostra città. Alberto Nardi, gioielliere, esperto conoscitore di gemme e pietre preziose, e che ha insegnato arte orafa all'università di Ca' Foscari, rappresenta la terza generazione e mantiene inalterato il gusto estetico, tratto distintivo della gioielleria fondata dal nonno, Giulio Nardi, nel 1925.

Alberto Nardi racconta al Gazzettino l'affascinante storia della sua famiglia e l'evoluzione della moda del gioiello. «Ho sempre sognato di essere un mercante veneziano – commenta Alberto Nardi - mi piace molto l'idea di portare un piccolo pezzo della mia città in giro per il mondo e rappresentare una città diversa rispetto l'aspetto stereotipato che negli ultimi anni Venezia ha dato. Un'immagine del bello, del lusso, del raffinato e dell'elegante. La gioielleria segue un concetto di sviluppo e di forma estetica e, considero la gioielleria non un'arte minore come dicevano gli uomini del Rinascimento ma un'arte tout court».

Alberto Nardi è anche impegnato nella promozione del patrimonio artistico veneziano. «Ho cercato di lavorare per il bene di Venezia e di Piazza San Marco – conclude - sono stato per dieci anni il presidente dell'Associazione Piazza San Marco e attualmente sono vice presidente di Save Venice, comitato privato di salvaguardia americano che raccoglie fondi per il restauro del patrimonio artistico di Venezia. Cercare di dare un'immagine diversa della città è un aspetto fondamentale che tutti noi come veneziani, chi più e chi meno, dovrebbe in un certo senso porsi come obiettivo».

Video

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci