Il caro tamponi: dai privati prezzi stellari, fino a 112 euro per un molecolare

Sabato 29 Gennaio 2022 di Nicola Munaro
TAMPONI MOLECOLARI Prezzi esorbitanti nei laboratori privati

VENEZIA - Chiariamo: chiunque ha in mano una ricetta del proprio medico di base o del Servizio di igiene e sanità pubblica dell’Ulss, il Sisp, il tampone non lo paga e si può sottoporre al test negli hub dell’Ulss, in farmacia o nelle strutture private accreditate. È il caso, questo, di chi ha sintomi che farebbero pensare a un contagio da coronavirus o di chi è contatto stretto di un positivo. In poche parole, è il caso di chi ha come fine ultimo (e medico) quello di scoprire se è positivo o meno. Tutti gli altri, quanti, cioè, sono alla ricerca di un green pass base o a cui serve un tampone per intraprendere un viaggio, il test se lo pagano. A prezzi calmierati, in farmacia, o a prezzi che possono raggiungere cifre da ristorante stellato nei laboratori privati. Che, consci della situazione e del fatto che in caso di emergenza ci pensa la sanità pubblica, dal test provano a guadagnarci il più possibile. Fino a 112 euro per un singolo test molecolare. O, se in aeroporto si vuole il pacchetto completo rapido e molecolare, ecco toccare vetta 132 euro.
È il mercato, bellezza.


Al Centro di medicina Mestre di viale Ancona le tariffe sono di 15 euro per i tamponi antigenici rapidi di terza generazione e 70 euro in caso di tamponi molecolari Pcr, cioè di terza generazione. Per quanto riguarda i tamponi rapidi il costo (15 euro) è lo stesso anche all’ospedale Villa Salus di Mestre, ma solo per quanto riguarda i test antigenici di prima generazione. Se si chiede un antigenico di terza generazione il prezzo raddoppia a 30 euro. Che a Villa Salus diventano 70 euro da sborsare per chi vuole un test molecolare di terza generazione. Più alte le tariffe al poliambulatorio BieloHub di piazzale Roma: un antigenico di prima generazione costa 19 euro mentre per ottenere un molecolare di terza generazione serve pagare 112 euro. 
Oltre agli ambulatori privati per i tamponi senza ricetta medica ci si può rivolgere anche in aeroporto, dove sono approntate due postazioni gestite da due laboratori diversi e destinate - in origine - ai viaggiatori in partenza. Ma il fatto che una delle due postazioni si trovi in parcheggio e che quella interna non sia più riservata solo a quanti devono salire su un aereo, ha trasformato lo scalo di Tessera in un tamponificio del Veneziano. Anche al Marco Polo, comunque, i costi fluttuano in un range abbastanza ristretto con prezzi tutti consultabili sul sito. All’interno dello scalo il servizio è fornito in collaborazione con Centro di medicina e Villa Salus: qui i tamponi rapidi antigenici costano 35 euro, mentre per un molecolare (per cui è necessaria la prenotazione) si paga 100 euro. Al parcheggio P4, a circa 400 metri dal terminal, è operativo il servizio di tampone “drive-in” e “walk-in”, effettuato da Set, Servizi Emergenza Territoriale. Senza ricetta medica - quindi a pagamento - si devono sborsare 35 euro per un test rapido mentre per i test molecolari c’è una differenza in base a quando si vuole ricevere l’esito. Effettuati dalle 8 alle 12, se si vuole avere risposta entro le 20 del giorno stesso ecco che il servizio costa 112 euro ma se si decide di avere pazienza - o ci si organizza in tempo - e si può attendere l’esito anche dopo le 20 del giorno successivo a quando si fa il tampone il prezzo scende a 102 euro. Per chi vuole comprare un pacchetto di test antigenico rapido e molecolare di terza generazione, il costo sale a 132 euro.


Discorso del tutto diverso nelle farmacie dove, però vengono effettuati i test antigenici e non quelli molecolari per via della mancanza di un laboratorio in cui processarli. Nel Veneziano il prezzo è calmierato e il costo è di 15 euro per gli adulti e gli under12 mentre è di 8 euro per gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni.
Ma quanto costa un tampone a chi lo compra? In linea di massima - i casi variano anche in base ai kit comprati - Azienda Zero acquista un molecolare pagando tra i 25 e 32 euro. Per i rapidi il costo è inferiore: si parte da 4 euro e si sale fino a 15 in base alla generazione del tampone. 
Nel Veneziano i laboratori privati che si sono comprati i test all’ingrosso ottengono dalla sanità pubblica circa 40 euro per ogni molecolare effettuato su un paziente con ricetta medica (e per cui il test è gratis) mentre per il rapido il compenso dal pubblico è di 15 euro. Se invece il materiale è fornito dal pubblico al privato, l’azienda sanitaria rimborsa solo la manodopera per l’esecuzione di tampone: più o meno 4 euro a test che è di circa 4 euro. E per un privato, più il macchinario usato per processare i tamponi è sofisticato, più è alto il costo di ammortizzazione.
 

Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 10:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci