Tamponi, ora si cambia: si può andare solo con ricetta del medico e prenotazione

Martedì 18 Gennaio 2022 di Alvise Sperandio
Tamponi, ora si cambia: si può andare solo con ricetta del medico e prenotazione
5

VENEZIA - Per qualche giorno sarà ancora tollerato, giusto per farci l'abitudine. Ma la linea è che d'ora in avanti non si potrà più andare a fare il tampone anti Covid, in qualsiasi parte, senza l'appuntamento, pur avendo la ricetta del medico: servono entrambi. Da ieri è attiva la prenotazione on line, che può essere fatta nell'apposita pagina del sito dell'Ulss 3 Serenissima, scegliendo una delle circa venti sedi disponibili, tra pubbliche e private, data, orario e tipologia di test: antigenico rapido o molecolare. Il sistema è analogo a quello per la prenotazione del vaccino. Le agende sono aperte e c'è ampia possibilità di trovare il turno più adatto alle proprie esigenze (disponibilità esaurita, però, per il drive-through di piazzale Giustiniani a Mestre, dove anche ieri si sono formate lunghe code, talvolta anche doppie, regolate in entrata dalla rotonda della Castellana, mentre il Terraglio è rimasto sgombro). La novità importante è che adesso si può fare l'auto prenotazione, a partire dall'impegnativa del medico di base o dal Sisp-Servizio d'Igiene e Sanità pubblica. In tutte le postazioni è necessario presentarsi con prenotazione, ricetta e tessera sanitaria. Tra gli aderenti ci sono gli ospedali accreditati come Villa Salus e Policlinico San Marco a Mestre, Fatebenefratelli a Venezia, San Camillo al Lido, oltre a laboratori privati come il Fleming a Mestre e Quarto d'Altino o il Munari sempre a Mestre. Tante le sedi operative in tutta la provincia.


DAL GIUSTINIAN A SAN BASILIO

Inoltre, entro la settimana, sarà aperto il nuovo centro tamponi al terminal portuale di San Basilio, con accesso dal ponte di legno delle Zattere, che va a sostituire quello del Giustinian dove nei giorni scorsi ci sono stati grossi problemi. «Il potenziamento e il decentramento delle sedi a cui ci eravamo impegnati spiega il direttore generale Edgardo Contato vede già operativi molti nuovi punti e un ulteriore benefic,io per gli utenti si registrerà quando, dopo questi giorni di rodaggio, introdurremo l'obbligatorietà della prenotazione, liberando i punti tampone dalla pressione impropria e spesso confusa di chi arriva ad accesso libero: anche nel fine settimana la metà delle persone giunte ai drive through della nostra azienda sanitaria non aveva prenotato la prestazione».


BILANCIO VACCINAZIONI

Intanto, nel corso dell'ultimo fine settimana, 402 bambini tra i 5 e gli 11 anni sono stati vaccinati ad accesso libero in tutta l'Ulss raddoppiando il numero dei prenotati che erano altrettanti. Al PalaExpo di Marghera ne sono stati vaccinati 115 sabato e 129 domenica; al Palasport di Dolo 65 e 49; al Padiglione Aspo del porto di Chioggia 33 e 10. «Siamo al 33,1% di bambini che hanno aderito, un terzo della platea sottolinea Contato È molto di più di quello che ci aspettavamo, immaginavamo di vaccinare un quarto dei 34mila bambini eleggibili». Il bollettino di Azienda Zero, infine, pare registrare anche nel veneziano una stabilizzazione dei contagi, con numeri di nuovi positivi inferiori ai 2.000-2.300 dei giorni scorsi, tremila considerando tutta la provincia. Secondo gli esperti, però, è ancora prematuro parlare di riduzione della curva mentre è ormai prossimo il picco di questa quarta ondata.

 

Ultimo aggiornamento: 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci