Jesolo. Patatine e spritz sotto l'ombrellone: seimila euro di multa a due hotel

Giovedì 10 Settembre 2020 di Giuseppe Babbo
Patatine e spritz sotto l'ombrellone: seimila euro di multa a due hotel
5

JESOLO - Cambiano le norme per la somministrazione di cibi e bevande spiaggia. Accordo raggiunto nei giorni scorsi per migliorare ulteriormente il servizio da anni sollecitato dagli ospiti degli hotel che chiedevano di poter ordinare e ricevere gli ordini comodamente sui loro lettini. Un servizio diffuso in tutto il mondo, ma a Jesolo solo da quest’estate, soprattutto per limitare gli assembramenti ai chioschi o sulle terrazze degli hotel.
 

Patatine non sigillate: multa all'hotel

Eppure i verbali non sono mancati, come accaduto nella settimana di Ferragosto agli hotel Almar e Brasilia, sanzionati perché le patatine che accompagnavano gli aperitivi non erano sigillate. Ieri la notifica delle sanzioni: tremila euro a ciascuno dei due hotel.

Cento invitati senza mascherina all'addio al celibato, la polizia chiude il locale


Quasi una beffa a fronte della ridefinizione delle linee guida, ora più permissive. In pratica ad essere consentita è la consegna di cibi preparati che potranno essere serviti, ma in contenitori simili a quelli dei fast food. L’attività dovrà essere autorizzata dagli stabilimenti balneari concessionari dell’area demaniale e le strutture ricettive dovranno trovarsi nelle vicinanze dello stabilimento in cui viene svolto il servizio. In più l’area in cui avverrà la consegna dell’ordine dovrà essere ben identificata e a disposizione esclusiva degli ospiti della stessa struttura.

«Dopo alcuni anni – dice il sindaco Valerio Zoggia – abbiamo avviato questo servizio che era richiesto dagli stessi turisti. Nella prima fase ci sono state delle limitazioni che però negli ultimi giorni sono state riviste grazie a delle linee guida più permissive che permettono di migliorare ulteriormente la qualità dell’ospitalità». Una volta terminata la stagione, il Comune organizzerà un confronto con tutti i soggetti interessati per analizzare nel dettaglio le eventuali criticità riscontrate in questi mesi e capire come migliorare ancora questo servizio.

​Assembramenti al Muretto di Jesolo, il Comune non sanziona la discoteca
 

Covid, solo aperitivi confezionati

Anche perché le polemiche, viste le sanzioni, non mancano. «Ancora una volta - commenta Luca Boccato, amministratore delegato della società di gestione Hhh Hospitality - chi ci amministra scrive norme inapplicabili. In un hotel 5 stelle dovremmo portare gli spritz in spiaggia con un sacchetto di patatine chiuse, ma è impossibile farlo comprendere all’ospite. In piena emergenza Covid abbiamo giustamente concesso ai ristoranti di Jesolo di allargare il proprio plateatico. Non mi risulta che sotto i pini di via Bafile, alimenti e bevande vengano serviti confezionati. Ancora meno capiamo il divieto per gli hotel di raccogliere gli ordini degli ospiti con il proprio staff. Il cliente deve alzarsi dal lettino ed andare in hotel a fare l’ordine. Perché?». (g.bab.)

12mila euro accreditati sul conto corrente: sorpresa per 17 famiglie

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA