Vincenzo a piedi fino a Roma da Papa Francesco spingendo la carrozzina di Valentina

Lunedì 25 Aprile 2022 di Vittorino Compagno
La famiglia pronta alla spedizione

VIGONOVO - «Testa e corpo sono preparati da mesi, il cuore esplode di gioia e di orgoglio». Vincenzo Placida, 47enne di Vigonovo, è partito stamane, lunedì 25 aprile, verso le 9, in direzione Roma, dal piazzale del municipio, alla presenza del sindaco Luca Martello, dei componenti della giunta e di tanti cittadini. Presenti anche le telecamere di Rai 1 e il servizio trasmesso da Storie italiane, la trasmissione condotta dalla padovana Eleonora Daniele.

PRIMA TAPPA MONSELICE
Nella prima tappa Placida raggiunge fino a Monselice (Padova) spingendo la carrozzina con la figlia 14enne Valentina, affetta dalla Sindrome di Cornelia de Lange, una malattia genetica rarissima che comporta scarsa crescita, ritardo psicomotorio e assenza o difficoltà nella comunicazione verbale. Ad accoglierli la prima cittadina Giorgia Bedin. «Chi lo desidera può accompagnarmi per qualche tratto o per tutta la tappa con qualsiasi mezzo», dice Vincenzo Placida. Dopo 690 chilometri fatti di corsa e divisi in 17 tappe, Placida arriverà a Roma il 14 maggio, non a caso Giornata mondiale di sensibilizzazione della Sindrome di Cornelia De Lange (Cdls Awareness day).
In Italia se ne conoscono solo 200 casi. Durante ogni sosta incontrerà i rispettivi sindaci dei comuni. Alla notte sarà quasi sempre ospite di amici o di qualche istituzione pubblica. Il percorso è suddiviso in tappe comprese tra 35 e 55 chilometri.

VISITA AL PAPA
Nella capitale incontrerà Papa Francesco e a Formello sarà ricevuto dal presidente del Coni Giovanni Malagò. Come per la prima tappa, anche nell'ultima, da Formello a Piazza San Pietro, correrà spingendo la carrozzina con Valentina. Il suo intento è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica e raccogliere fondi per la ricerca scientifica sulla malattia. La sua cavalcata è patrocinata dal Comune di Vigonovo e dalle Regioni Veneto, Umbria e Marche. L'azienda padovana nella quale lavora gli ha concesso un permesso speciale retribuito. La moglie Romina Burlinetto è presidente dell'associazione Mani in Terra di Vigonovo, un gruppo di volontariato che si occupa dell'inserimento lavorativo di persone con disabilità tramite l'utilizzo dell'agricoltura sociale. A Roma, ad aspettare Vincenzo e Valentina, ci saranno i genitori con figli che hanno la stessa patologia, tutti soci dell'associazione nazionale che ha sede a Pesaro e della quale Vincenzo è vicepresidente. L'ottava tappa del percorso prevede una sosta proprio nella sede dell'associazione.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 15:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci