La furia del sindaco: «Li troveremo e ripuliranno la città davanti a tutti, #Venezianonsitocca»

PER APPROFONDIRE: leoncini, luigi brugnaro, vandali, venezia
La furia del sindaco: «Li troveremo e ripuliranno la città davanti a tutti, #Venezianonsitocca»
VENEZIA - «Al lavoro con le Forze dell'ordine per identificare 2 uomini e 2 donne che alle 4 di stanotte hanno imbrattato i Leoncini a San Marco e lasciato una scia di scritte a #Venezia. Troviamoli per punirli e metterli a ripulire la città davanti a tutti!». Così in un tweet il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che promette giustizia e una punizione esemplare per i vandali scatenati di questa notte. 
 
 

«Stiamo svolgendo indagini a tutto campo con la polizia giudiziaria, ci sono buone possibilità di identificare i responsabili dato che siamo in possesso di immagini dei 4, due maschi e due femmine, nell'atto di imbrattare» spiega  il comandante della polizia municipale di Venezia Marco Agostini, che ha aggiunto che è stato possibile individuare i vandali grazie alle telecamere presenti in piazza San Marco. Il comandante ha quindi proseguito: «Siamo stati in grado di vedere anche l'altro episodio vandalico al ponte dei Carmini, la dinamica è chiarissima e si riesce a capire molto».

Il prossimo passo è l'acquisizione delle immagini dai privati: «Riusciremo ad avere immagini più nitide dei volti - ha proseguito Agostini -. Per ora, sebbene sia difficile fornire un identikit, è possibile affermare che si tratti di persone giovani, probabilmente artisti o attivisti dei centri sociali. Al vaglio c'è anche l'ipotesi che si tratti di una provocazione futurista».

 Infine il comandante ha precisato che «non si può dire che la città non sia presidiata, dato che l'episodio è accaduto un minuto e mezzo prima del passaggio della ronda dei militari e della pattuglia. Certo è impensabile essere sempre con un poliziotto, un militare o un vigile al posto giusto al momento giusto. Però il sistema di telecamere è efficiente»


Tutti i servizi sul Gazzettino del 30 settembre 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Settembre 2018, 15:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La furia del sindaco: «Li troveremo e ripuliranno la città davanti a tutti, #Venezianonsitocca»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-10-01 08:57:03
Alle parole devono seguire i fatti,propongo di stampare a spese loro ( se non hanno soldi a carico delle loro famiglie ) delle gigantografie con i loro volti,e con le scuse ufficiali alla città di Venezia che li ospita,sparse ovunque,la gogna mediatica serve di più che non spazzare qualche aiuola nascosto dalla divisa.
2018-09-30 16:04:33
nno, non ci credo, pulire la città davanti a tutti?? questi se non hanno niente da perdere non pagano NIENTE, è la legge, chi ha da perdere queste cose non le fa. la prossima volta magari troveremo i leoncini o qualche altro monumento ridotto in ghiaino, e saremo ancora qui a postare, sul perché lo hanno fatto, perché, perché la gente è così, farli pagare vuol dire cambiare le leggi ed applicare il pagamento del danno, comprese le spese legali per chiunque crei un danno, sia al privato che al pubblico, come? semplice, il caro sindaco l'ha quasi azzeccata, CON I LAVORI FORZATI per chi non può pagare, fino al completo risarcimento, stranieri o italiani non importa, chi è nullatenente deve pagare TUTTO. ECCOME CHE CAMBIA da subito. purtroppo la legge non esiste in uno stato di diritto senza doveri, e sono curioso nel vedere questi cialtroni quando il sindaco gli dirà di ripulire la città e loro risponderanno; fallo tu!
2018-09-30 13:00:31
lo ripeto da tempo.....manca una volonta´ politica per ripulire Venezia da questa gente, date mano libera a un reparto celere della Polizia o a un Battaglione mobile dei Carabinieri.....tempo 15 giorni, venezia ritorna LIBERA...... (dopo 15 giorni purtroppo , ci pena la magistratura a far tornare tutto come prima )
2018-09-30 12:46:06
Vediamo se saranno presi e puniti. Apriamo le scommesse o e' illegale?
2018-09-30 11:19:41
Concordo di più non si può fare,ma quando verranno presi devono essere sbattuti in galera e restare per tutto il tempo senza sconti di pena,altrimenti saranno solo parole al vento,lo so bene che se fosse per voi li lascereste in gabbia,mi rivolgo ai buonisti ( giudici ), sempre pronti a difendere questi deficienti nati, figli di mamma... radical chic.