Si tuffa dal ponte di Rialto, centra
un taxi acqueo: è in rianimazione

Sabato 13 Agosto 2016
44
VENEZIA - Un neozelandese di 50 anni si trova ricoverato in rianimazione all'ospedale di Venezia per quella che doveva essere con ogni probabilità una goliardata. Verso mezzanotte si è arrampicato sul punto più alto del ponte di Rialto indossando solo il costume da bagno e si è tuffato a volo d'angelo nel canale. Purtroppo per lui in quel momento passava un taxi acqueo: il 50enne l'ha centrato in pieno, sfondando il parabrezza. 

È stato soccorso e portato d'urgenza in ospedale, dove si trova ricoverato in rianimazione. L'uomo, secondo quanto riferito dalla Polizia municipale intervenuta sul posto, è un marinaio che lavora su uno yacht ormeggiato a Punta della Dogana.

L'incredibile episodio  ha indotto il sindaco Luigi Brugnaro a scrivere su Twitter: "Insisto: Poteri speciali alla Città per l'ordine pubblico. Borseggiatori, imbrattatori, ubriachi! Una notte di cella" citando poi la vicenda di stanotte che fa salire circa una decina il numero degli interventi dei vigili per episodi analoghi nell'ultimo mese in Canal Grande. Soprattutto nei mesi estivi, complice le eccessive bevute, sono molti i turisti che si lasciano andare alla bravata, severamente vietata, di gettarsi dai ponti veneziani.

Il 50enne, che risulta residente in Francia a Saint Tropez, è stato denunciato. Era in compagnia di un collega anche lui straniero che pare si sia tuffato per soccorrerlo. 

  Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA