Scomparso da dieci giorni, altra giornata senza traccia di Federico: lunedì il vertice in prefettura

Domenica 5 Settembre 2021 di Redazione Web
Ricerche in Val di Zoldo
2

VAL DI ZOLDO - Anche oggi - 5 settembre - le ricerche sono continuate e alle 18 si sono chiuse senza che alcun nuovo elemento utile possa aiutare a far luce sulla scomparsa di Federico Lugato, l'escursionista di 39 anni partito la mattina del 26 agosto per un giro ad anello nel Gruppo del Tamer-San Sebastiano e mai più rientrato. Una sessantina di persone, tra Soccorso alpino, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Carabinieri forestali e Protezione civile con diverse unità cinofile, si sono ridistribuire su alcune aree già percorse, per sopralluoghi ancora più dettagliati, in Val Prampera, nella piana sotto il Petorgnon, dove l'intrico di mughi rende difficili gli spostamenti e dove sono stati controllati anfratti e cavità.

Ripassata anche l'area della Croda Daerta. Non si sono registrate altre segnalazioni, né raccolte informazioni aggiuntive. Anche oggi erano inoltre presenti diverse decine di volontari privati, arrivati a seguito degli appelli della moglie di Federico. Domani in prefettura a Belluno si terrà il vertice per decidere se continuare le ricerche.

Longarone
Attorno alle 18 di oggi - 5 settembre - sono partite le ricerche di un uomo partito questa mattina da Soffranco per scendere lungo la forra del Maè fino a Pirago. Dell'escursionista, che era atteso alle 14.30, non si hanno più notizie. Al momento sul posto ci sono il Soccorso alpino di Longarone, il Gruppo Forre del Soccorso alpino e speleologico Veneto, i Vigili del fuoco, il Sagf. 
 

L'appello

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 07:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA