Folle gara di velocità tra due auto, travolta una terza vettura: un morto

Venerdì 26 Maggio 2017
Folle gara di velocità tra due auto, travolta una terza vettura: un morto
73

SAN DONA' - Tragico incidente ieri sera, giovedì 25 maggio, a San Donà con un incredibile retroscena: un'Audi A3 e una Ford Focus  si sono scontrate durante una folle gara di velocità. I conducenti sono stati identificati: si tratta di due giovani kosovari pregiudicati.  Il conducente della A3, dopo l'incidente, si è allontanato a piedi. Sull'asfalto ha lasciato la vittima:  Massimo Giuliano Babbo, operaio 53enne di Eraclea, che stava tornando a casa dopo il turno di lavoro. Inutili i soccorsi, che non sono riusciti a salvargli la vita.

La causa dell'incidente è appunto una gara tra due auto, l'Audi A3 e una Alfa 147. Il conducente della prima ha tentato un sorpasso in curva piombando sulla Ford Focus di Babbo. Il fatto è stato visto da alcuni testimoni e i carabinieri, una volta risaliti alla proprietà dell'Audi, hanno individuato il guidatore. Poi è stata intercettata anche l'Alfa e i militari hanno identificato il secondo pirata. Sono così stati arrestati per omicidio stradale un 21enne senza patente e il "complice" di 26 anni, entrambi kosovari.  L'Audi risulta di una donna italiana residente nel Padovano, ma utilizzata dal 21enne peraltro resistente a Cessalto (Tv). Giunti sul posto, i carabinieri vi hanno trovato l'Alfa 147 con due persone a bordo, ma non l'investitore: i compagni l'avevano appena lasciato al pronto soccorso di Trieste, perché rimasto ferito nell'incidente.

È così scattata anche l'allerta nella città giuliana, dove i militari hanno arrestato il giovane -  K.K. le iniziali - proprio nel momento in cui venive dimesso, dopo le prime cure. Guidava senza patente: è stato arrestato per omicidio stradale con l'aggravante della fuga . Arrestato con le stesse accuse anche B.E, kosovaro 26enne, alla guida dell'Alfa Romeo. Entrambi risulterebbero già pregiudicat
i.
 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA