Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Addio Adriana, morta la storica commerciante di San Donà. «Investita sulle strisce due settimane fa, ma stava meglio»

Venerdì 23 Settembre 2022 di Fabrizio Cibin
Addio Adriana, la storica commerciante di San Donà. «Era stata investita due settimane fa, ma stava meglio»

SAN DONÀ DI PIAVE - La città piange Adriana Perissinotto. Una notizia che ha sorpreso e addolorato tutti, quella che si è diffusa velocemente ieri mattina: nella notte, infatti, è spirata l'84enne, esercente molto conosciuta non solo per la sua attività, la Profumeria Paris, avviata oltre 65 anni fa, ma anche per il suo impegno a favore di via XIII Martiri e per le tante iniziative da lei promosse, come Ziogando in tea strada, per fare riscoprire i giochi di una volta, o il presepe vivente.

Impegnata nel sociale

Ziogando si terrà proprio domenica, dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia. La donna era stata investita nel tardo pomeriggio di venerdì 9 settembre mentre attraversava la strada, sulle strisce pedonali, per raggiungere l'Oratorio Don Bosco, altra realtà cittadina che la vedeva molto impegnata. Un paio di giorni di ricovero per lei, poi le dimissioni e la degenza da trascorrere a casa per guarire dal trauma cranico e la frattura della clavicola. Il decorso sembrava procedere nel migliore dei modi: umore alto, l'appetito sempre più presente, i primi passi e l'immancabile spirito che la faceva desiderare di ritornare quanto prima in negozio e nella sua via XIII Martiri. Ma mercoledì sera la situazione è precipitata.

Il peggioramento

Verso tarda serata la signora che si occupava di lei in casa ha telefonato ai familiari per riferire che Adriana respirava con molta fatica. È stata così portata in pronto soccorso dov'è stata presa in cura, ma poco dopo è spirata per arresto cardiaco. La magistratura sembra intenzionata a procedere con l'autopsia per capire se c'è una relazione tra l'incidente e il decesso. Per questo la data dei funerali non è stata ancora fissata.

Il cordoglio

Affranto il sindaco Andrea Cereser. «Una notizia che non avrei mai voluto ricevere: Adriana è mancata, proprio nei giorni di Ziogando intea strada. Anima e animatrice di via XIII Martiri, dall'Oratorio don Bosco sino al Duomo. Ci mancherà». Gli fa eco Confcommercio, per la cui associazione era sempre molto attiva, con le parole del presidente mandamentale, Angelo Faloppa e del delegato comunale Luigino Fontanello.

«Se ne va un pezzo di storia della nostra città e un'anima bella, sempre al servizio della collettività». La Profumeria Paris era stata avviata da Adriana 67 anni fa: la Regione l'aveva riconosciuta come Luogo storico del Commercio. «Da quando ho aperto non ho avuto un solo pentimento disse qualche tempo fa al Gazzettino non mi è mai venuto in mente di chiudere e non mi sono mai stancata di questo lavoro. Stare dietro al bancone ti permette di stare sempre a contatto con la gente». Tanti l'hanno già ricordata per il suo sorriso, i suoi modi gentili, l'eleganza, ma anche l'impegno sociale (tra le attività del centro, il teatro e l'oratorio Don Bosco) e il suo spirito battagliero per la difesa dei commercianti di via XIII Martiri, per i quali era un punto di riferimento.
 

Ultimo aggiornamento: 12:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci