Salvini: «Questa città grida aiuto, ora tutti insieme per ultimare il Mose», qualche contestazione: «Basta passerelle»

PER APPROFONDIRE: acqua alta venezia, lega, mose, salvini, venezia
Salvini: «Questa città grida aiuto»  E c'è chi sbotta: «Basta passerelle»  Zaia: danni per centinaia di milioni
VENEZIA «Non è più tempo di perdere tempo, questa città grida aiuto, c'è bisogno di mettersi tutti insieme per ultimare il Mose». Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini a Venezia, dove sta facendo un sopralluogo in piazza San Marco con il Governatore Zaia e il sindaco Brugnaro. «Le cose non si lasciano a metà - ha aggiunto - non siamo qui a distribuire colpe ma l'opera va finita per evitare che in futuro si ripetano cose simili».

Sia al suo arrivo  che poi a San Marco c'è stata qualche contestazione: «Basta passerelle, vergognati» ha urlato un gruppetto di veneziani.

 


Salvini ha sottolineato che gli emendamenti della Lega alla manovra servono proprio ad accelerare e «a far funzionare il Mose subito. Con Toninelli abbiamo perso un anno e speriamo che ora i M5s non rallentino come hanno fatto in passato - ha concluso - anche se al Governo c'è solo gente che litiga tutti i giorni».

«Non possiamo andare avanti così, aiutaci tu!» è l'accorato invito rivolto  da alcuni negozianti di San Marco di fronte all'ennesimo allagamento che provoca danni ingenti alle imprese. «Questa città muore, bisogna fare qualcosa», aggiungono gli esercenti che si avvicinano a Salvini che ha 'guadato'  la Piazza completamente allagata. Salvini ascolta, assicura il proprio impegno e prima di lasciare la zona va a sincerarsi personalmente dei danni provocati dall'alluvione in alcuni negozi.

Governatore  - «Posso dire per l'esperienza commissariale che ho, con due eventi calamitosi, l'alluvione del 2010 e la tempesta di Vaia l'anno scorso, dico qui sono decine o centinaia di milioni di euro. C'è Venezia che è devastata, Pellestrina che ha avuto per 24 ore un metro di acqua in casa, ci sono argini rotti» ha detto il governatore Luca Zaia. «C'è la necessità - ha aggiunto - che il Governo, che ha recepito la mia richiesta di dichiarazione dello stato di crisi, provveda a stanziare copiosamente risorse per fare fronte alle necessità dei veneziani».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 Novembre 2019, 09:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Salvini: «Questa città grida aiuto, ora tutti insieme per ultimare il Mose», qualche contestazione: «Basta passerelle»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 128 commenti presenti
2019-11-18 16:24:22
La più grande disgrazia di Venezia e non solo è l'ignoranza, fa più danni di una guerra.
2019-11-16 14:19:10
La più grande disgrazia di Venezia è di far parte di questa Italia
2019-11-16 14:01:21
Noto con gioia che i veneti un po' alla volta stanno mettendo a fuoco la pochezza di salvini e delle sue chiacchiere
2019-11-16 13:00:00
Salvini ha detto per Venezia un miliardo subito io invece dico tre miliardi ma dove li trovo.......... parlare e poi andarsene è facile intanto i veneziani si leccano le ferite
2019-11-16 12:57:54
Hanno la faccia come il fondo schiena, non si vergognano di niente.