Al via da oggi i saldi in Veneto: sconti dal 30 al 50% contro la crisi

Sabato 1 Agosto 2020

VENEZIA Al via da oggi in Veneto, secondo l’indirizzo dato dalla Conferenza delle Regioni, i saldi estivi. L’ufficio studi nazionale di Confcommercio ipotizza una riduzione della spesa, pro capite e familiare rispetto agli anni scorsi, nella misura del 40-50%. Per acquistare le occasioni, soprattutto nel settore dell’abbigliamento, la previsione è che ciascun nucleo spenderà in media 135 euro, ogni persona, invece, in media 58 euro.

LE SPERANZE «L’anno è terribile – spiega il presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin – ma i saldi sono pur sempre saldi, una buona opportunità per la clientela per trovare la giusta occasione. Dopo che i consumi sono andati in picchiata a causa del lockdown, auspichiamo qualche segnale d’inversione di tendenza». A pesare, quest’anno, sono la mancanza di turismo, soprattutto straniero, la cassa integrazione, il poco potere d’acquisto, il ricorso al prestito privato, lo smartworking diffuso. Il presidente Bertin lancia un appello: «Sosteniamo i negozi di vicinato che sono linfa vitale per i centri storici dei capoluoghi, le cittadine, i paesi. Le botteghe di prossimità sono il cuore del tessuto sociale urbano. Il periodo è durissimo, inutile ribadirlo, ma ci auguriamo un rilancio del commercio. Vogliamo essere fiduciosi in un segnale di ripresa per le attività così tanto messe a dura prova in questi mesi». «L’occasione delle vendite in saldo post covid e la decisione della Conferenza delle Regioni di portare la data di inizio al primo agosto (era il primo sabato di luglio) - rileva Confesercenti Veneto - può essere l’occasione per confermare anche negli anni successivi queste date. È assurdo tornare ad aprire i saldi a luglio quando l’estate è appena iniziata. Si tratterà comunque di saldi alquanto imprevedibili dopo mesi di lockdown e una riapertura che, a parte la prima settimana di maggio, ha visto languire le vendite del settore. È comunque un’ottima occasione per i consumatori che in questa prima fase potranno avere sconti dal 30% e in alcuni casi fino al 50%».

© RIPRODUZIONE RISERVATA