Mercoledì 30 Ottobre 2019, 20:46

Lite sulla chat poi botte fra mamme davanti all'asilo: 31enne in ospedale

PER APPROFONDIRE: asilo, mamme, rissa
Lite sulla chat poi botte fra mamme davanti all'asilo: 31enne in ospedale

di Davide Tamiello

MESTRE - La lite era cominciata addirittura sul gruppo Whatsapp delle mamme della scuola. Dalle offese alle minacce, per poi passare, una volta ritrovatesi faccia a faccia, allo scontro fisico.

LEGGI ANCHE Sicurezza a scuola, circolare dei presidi: in bagno accompagnati

La zuffa è avvenuta davanti a tutti gli altri genitori che, ieri pomeriggio, intorno alle 15.30, stavano aspettando i loro bambini davanti al cancello della scuola. Sul posto sono arrivate anche le Volanti della polizia: ad avere la peggio, una 31enne mestrina che, presa a schiaffi e a calci da una giovane cubana, è finita all’ospedale. Gli screzi erano iniziati da alcuni giorni, a causa delle frizioni tra la figlia della 31enne e quella dell’altra donna. Le due piccole frequentano l’asilo di via Sforza: scaramucce tra bambini, qualche dispetto di troppo. Il problema è che la situazione, a quanto raccontano i genitori,
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lite sulla chat poi botte fra mamme davanti all'asilo: 31enne in ospedale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 58 commenti presenti
2019-11-01 10:02:41
Risorse Gubane
2019-11-01 09:22:52
Mai mettersi contro una mamma sudista.
2019-11-01 09:14:20
Ahahahah. Che schifo. Via i figli subito. Poi Daspo e... fuori dalle scatole! 2 esaurite e pazze NON devono aver la possibilità di inquinare la prole... povere bimbe con 2 schifezze di madri del genere.
2019-11-01 06:56:30
In centramerica ci Sono scimmie abituate a gesti animaleschi, è normale che abbiano la meglio le bestie sugli esseri umani
2019-10-31 20:53:19
mi chiedo sempre perche' siano sistematicamente gli italiani a prenderle, e mi sono dato questa risposta: non e' una questione di muscoli.. non e' che gli stranieri siano tutti combattenti addestrati o esperti di arti marziali o krav maga. la questione e' molto semplice: gli italiani hanno una paura folle dei tribunali ! abbiamo il terrore di finire nel tritacarne infinito degli avvocati, delle citazioni, delle udienze, delle raccomandate dalle procure, telefonate di legali, e di andare avanti e indietro per anni e anni nelle aule di tribunale e negli studi legali. abbiamo paura, anzi siamo terrorizzati dal nostro stesso sistema giudiziario, soprattutto dalle sue lungaggini e dalle sue tendenze filo-migranti. ecco perche', quando si arriva alle mani, inconsciamente preferiamo farci pestare piuttosto che passare il resto della vita dentro e fuori dalle aule dei tribunali