Redentore, annullati i fuochi d'artificio per la notte famosissima: l'annuncio di Brugnaro. Delusi i commercianti: «Così siamo in ginocchio»

Giovedì 9 Luglio 2020
VENEZIA Quest'anno niente spettacolo pirotecnico
5

VENEZIA -  Annullati i fuochi del Redentore 2020. L'annuncio in conferenza stampa convocata all'improvviso a Ca' Farsetti dal sindaco di Venezia Luigi  Brugnaro: quest'anno niente spettacolo pirotecnico in Bacino.
 

Redentore, fuochi annullati: l'annuncio su Twitter

 

La festa sarà dunque in tono minore: continua intanto l'allestimento del ponte votivo galleggiante, a moduli, che sarà concluso soltanto sabato mattina. Il ponte collegherà la riva delle Zattere con quella della Giudecca e permetterà dunque ai pellegrini di raggiungere la chiesa intitolata al Redentore. Ma i tanto attesi fuochi d'artificio che richiamavano in città migliaia di barche che si radunavano intorno alle barche quest'anno non ci saranno.

Annullati i fuochi in Prato della Valle a Ferragosto, festa "diffusa" per i giovani

LA DELUSIONE DEI COMMERCIANTI
«Pur comprendendo le motivazioni legate ai nuovi sviluppi dell'emergenza sanitaria in atto, non possiamo che esprimere la concreta preoccupazione per la ricaduta negativa sul tessuto economico della Città, a seguito dell'annullamento dello spettacolo della Festa del Redentore». Lo dichiara in una nota Roberto Magliocco, presidente di Confcommercio Ascom Venezia. «Questa ulteriore sofferta decisione - aggiunge Magliocco - mette in ginocchio le attività della città e contribuisce ad aumentare il pessimismo sul futuro».
 

Redentore 2019, i fuochi a Venezia

 
 

Ultimo aggiornamento: 10 Luglio, 08:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA