Reddito di cittadinanza: i carabinieri scovano 35 "furbetti", devono restituire 130mila euro

Martedì 14 Settembre 2021
I carabinieri scovano i furbetti del reddito di cittadinanza
13

VENEZIA - In due operazioni i Carabinieri di Venezia hanno scoperto prima 17 persone, di cui 12 straniere, e quindi altre 18 non italiane che hanno percepito il reddito di cittadinanza indebitamente, ovvero senza avere effettivamente i requisiti previsti di legge. L'accertamento, oltre che alla denuncia penale, prevede la restituzione della somma complessiva al momento quantificata oltre i 50.000 euro per il primo gruppo e di 80mila per il secondo. Le indagini - rilevano i Carabinieri - sono ancora in corso. La violazione principale è l'autocertificazione falsa di uno dei requisiti fondamentali per ottenere il beneficio, la residenza in Italia da oltre 10 anni. Per entrambi gli accertamenti l'Inps busserà a breve alle porte 'elettronichè di questi presunti bisognosi, chiedendo la restituzione delle somme illecitamente percepite. 

Ultimo aggiornamento: 15 Settembre, 10:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA