Maestra contagiata dalla figlia, due classi in quarantena a Martellago

Venerdì 17 Settembre 2021 di Nicola De Rossi
Classi in quarantena appena iniziato l'anno scolastico
7

MARTELLAGO - Neanche il tempo di iniziare il nuovo anno scolastico che ben due classi delle scuole del comune sono finite in quarantena causa Covid. Una, in realtà, una quarta elementare del plesso “Giovanni XXIIII” di Olmo, ieri è già tornata in aula e se l’è cavata con un solo giorno di didattica a distanza. Qui il problema si è posto allorché un’insegnante, pur essendosi regolarmente vaccinata, avrebbe comunque contratto il virus dalla figlia: la maestra ha subito segnalato il fatto alla dirigente dell’istituto comprensivo Matteotti di Maerne-Olmo, che ha fatto scattare la consueta procedura e i ragazzi mercoledì sono precauzionalmente rimasti in isolamento fiduciario a casa in attesa di decisioni dalle autorità sanitarie.

Il Sisp, Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Asl 3, tuttavia, ha ritenuto che non vi fossero pericoli di contagio anche perché l’insegnate in aula c’era stata per poco e quindi gli alunni sono stati tutti “riammessi”, senza neanche il bisogno di sottoporsi ai tamponi di controllo. Dovranno invece verosimilmente farli per rientrare gli alunni di una quinta elementare dell’istituto comprensivo Goldoni di Martellago, che invece sono tuttora in quarantena, dopo la scoperta della positività di un alunno: anche all’inizio dell’anno scorso questa scuola era stata la prima in provincia a registrare uno dei numerosi focolai che poi avrebbero caratterizzato il martoriato anno scolastico 2020-21. Il sindaco Andrea Saccarola però rassicura le famiglie: «Dall’ultimo bollettino dell’Asl abbiamo 35 positivi, siamo il secondo comune della provincia con il minor tasso di positività nel rapporto contagiati-abitanti. Premesso ciò, è chiaro che qualche caso può coinvolgere anche le scuole, che restano comunque uno dei luoghi più sicuri per tutte le misure di sicurezza che vengono adottate. Anche se con la campagna vaccinale la situazione è molto migliorata, non siamo ancora tutti immuni, dobbiamo mettere in conto queste evenienze che potrebbero accadere ancora: l’importante è continuare a osservare le regole e restare tranquilli e sereni».

Ultimo aggiornamento: 17:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA