Prof razzista: due procedimenti
disciplinari. E oggi niente scuola

Venerdì 21 Ottobre 2016
54

VENEZIA - La docente di Venezia che ha scritto frasi xenofobe e razziste sul proprio profilo Facebook è già al centro di due procedimenti disciplinari avviati dall'Ufficio Scolastico del Veneto a seguito di segnalazioni pervenute nelle scorse settimane. È quanto apprende l'Ansa da fonti Miur che spiegano: «L'amministrazione è intervenuta in modo tempestivo sul caso del quale è stata interessata anche la procura della Repubblica di Venezia». Intanto oggi Fiorenza Pontini, che insegna inglese del liceo "Marco Polo", non si è presentata a scuola. Su Facebook aveva scritto frasi contro i migranti («almeno morissero tutti» GUARDA). «Mi ha telefonato stamane, sembrava molto dispiaciuta e mi ha chiesto scusa» riferisce la preside, Annavaleria Guazzieri, che conferma di aver segnalato il caso all'ufficio scolastico regionale non appena appreso dei post da alcuni studenti e dai loro genitori, prima che la vicenda divenisse di dominio pubblico.

 

 

«Mi ha detto che queste frasi - prosegue la dirigente - le aveva scritte in estate. Sinceramente come scuola di lei non sapevamo molto. È arrivata a settembre ed abbiamo solo il suo curriculum. Dal punto di vista didattico non c'erano state lamentele». La preside spiega di aver segnalato il suo caso direttamente al provveditorato scolastico provinciale, cui spetta decidere nel caso di azioni disciplinari che superino i 10 giorni di sospensione. 

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA