Giovedì 29 Novembre 2018, 11:14

«Le scuole di Favaro hanno deciso di non realizzare il presepe negli istituti»

PER APPROFONDIRE: favaro, presepe, scuola
«Le scuole di Favaro hanno deciso di non realizzare il presepe negli istituti»

di Mauro De Lazzari

FAVARO VENETO - «Le scuole di Favaro hanno deciso di non realizzare quest'anno il presepe all'interno degli istituti». Lo scrive in una nota il consigliere della Municipalità di Favaro, Michael Alterno, che si dice dispiaciuto per la mancata adesione delle scuole alla realizzazione del presepe e punta, per questo motivo, il dito contro la direzione didattica del comprensivo Ilaria Alpi, l'istituto che raggruppa tutte le scuole di Favaro e delle frazioni di Dese e Tessera. «Realizzare la rappresentazione della Natività - afferma Alterno significa valorizzare la natura di un simbolo non solo religioso, ma anche quella parte della storia, della tradizione culturale e artistica italiana che rappresenta la famiglia, la concordia, la maternità e che richiama valori di pacificazione e speranza nel futuro».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Le scuole di Favaro hanno deciso di non realizzare il presepe negli istituti»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2018-11-30 09:36:44
La scuola pubblica italiana e laica , e trovo giusto che non ci siano a prescindere dagli stranieri ( che in realta non gliene frega nulla di tutto cio... ) segni religiosi di qualunque tipo .Si dovrebbe proibire anche tutti gli altri segni , come in Francia . Un sondaggio di Famiglia Cristiana dice : che su mille che frequentano la Chiesa solo il 20% crede e segue il Vangelo...tutti gli altri sono cristiani tipo ; ne carne ne pesce. Strano che siano tutti qui dentro i "Fondamentalisti cattolici".
2018-11-29 19:12:26
io proporrei il ramadan obbligatorio per tutti, almeno da genitori risparmieremo sulla mensa oltre che sul presepe, visto che il rancio che portano in tavola ai nostri figli cristiani è diverso e di qualità veramente ridicola al limite della commestibilità, rispetto al cibo che servono ai mussulmani, che invece è di ottima qualità, presumo per non creare razzismo a scuola, proporrei il ramadan obbligatorio per i bambini, così insegneranno la cultura nuova e il perché non si fa più il presepio, poi 4 euro e cinquanta al giorno mi stanno bene in tasca per quello che mangiano a scuola, se poi mettiamo anche quei 6 e rotti che sborsano i contribuenti residenti nel comune per compensare il rancio ai bambini, è una vergogna, sia la mensa che il presepe mancato. bravi i presidi ed i dirigenti scolastici, continuate così.
2018-11-29 14:43:26
E una vergogna.da licenziare subito i responsabili di queste scuol.e. simbolo del nostro passato,la nostra cultura, tradizione e di religione ci facciamo sottomettere da questi stranieri.da vergognarci. in primis i gli insegnanti . mi vergogno di essere veneto. zaia mi sembri una persona sensata con la testa sul collo. fai tu qualcosa.
2018-11-29 14:29:39
Prima o poi ci liberemo di questi burocrati ignoranti e faziosi. Solo così torneremo alla normalità. Forza resistiamo, il tempo è sempre galantuomo.
2018-11-29 13:44:29
Le mura si stanno sgretolando difronte alle orde barbariche che ci stanno invadendo.