Post choc del ristoratore contro il super green pass, la Lucarelli lo rilancia: il web si scatena

Venerdì 26 Novembre 2021 di Giuseppe Babbo
Dennis Luca Montino e Selvaggia Lucarelli
17

JESOLO - Un paio di post dai contenuti decisamente pesanti per protestare contro il Green pass e le restrizioni sanitarie per chi non si è vaccinato. Sono quelli scritti dal noto ristoratore di Jesolo Dennis Luca Montino, titolare del ristorante “Perla Nera”, famoso per le sue battaglie contro le false recensioni nei portali internet. 
Questa volta si è lasciato andare ad un duro commento contro il certificato verde e le misure attuate dal Governo per contenere la pandemia. Ma in poche ore i suoi commenti sono diventati virali, scatenando reazioni, insulti compresi, da tutta Italia. Del resto gli screenshot dei due post, pubblicati nel suo profilo Facebook, prima visibili a tutti gli amici e successivamente con delle limitazioni nelle visualizzazioni, sono stati rilanciati anche dalla giornalista Selvaggia Lucarelli nel suo profilo Twitter. Quanto è bastato per scatenare le reazioni degli internauti di tutta Italia, tra prese di distanza, auspici di fallimento e gli immancabili insulti. Ad aggiungersi anche l’interesse di diversi giornali ed emittenti radiofoniche. E del resto il ristoratore ha fatto riferimento al «confinamento dei non vaccinati». 

I FALSI GREEN PASS
E ancora: «Faremo di tutto per portare tutti in zona rossa. Così è deciso. Sotto con feste abusive contagiose e falsificazioni di green pass». E come se non bastasse i contenuti del secondo post sono stati ancora più duri: «Tenetevi la scorta, perché non dimenticheremo mai». Parole forti e pesanti, che hanno fatto discutere nel web ma anche in città dove in molti non sono rimasti indifferenti ad una simile presa di posizione. 

SOLO UNA PROVOCAZIONE
Ed è anche per questo che in serata è arrivata la spiegazione dello stesso ristoratore, che ha parlato di mera provocazione, dicendosi dispiaciuto per gli insulti ricevuti. «Le mie parole sono state pesanti ma sono solo una provocazione – dice Dennis Luca Montino – non organizzo feste abusive, mi riferisco ai rave party incontrollati che ci sono stati nelle scorse settimane. Il riferimento ai Green pass falsi? Non sono io che li faccio ma abbiamo capito che accade anche questo. E a scanso di equivoci preciso che noi chiediamo il Green pass ai nostri ospiti. Non mi ritengo un no vax, voglio solo capire se faccio la scelta giusta. Le persone anche se vaccinate possono trasmettere il virus, nelle mie parole mi riferivo solo a questo. I vaccinati possono circolare e gli altri? Avanti di questo passo rischiamo di finire in zona rossa». 

LA SCORTA
Ma altrettanto duri, e fuori luogo, i riferimenti alla scorta. «Ammetto che sono pesanti ma anche quella frase era solo una provocazione – conclude il ristoratore – che rappresenta tra l’altro la divisione che si è creata nella società. Aggiungo che nelle ultime ore ho ricevuto le solite recensioni fasulle da chi non ha mai mangiato nel mio locale, ma anche gli insulti e minacce di morte, per me e la mia famiglia. Anche quelle sono parole altrettanto dure». 
 

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA