Razzismo su Fb, la prof indagata
per istigazione all'odio razziale

Razzismo su Fb, la prof indagata
per istigazione all'odio razziale

di Gianluca Amadori

VENEZIA - È indagata per istigazione all'odio razziale Fiorenza Pontini, l'insegnante del liceo Marco Polo di Venezia accusata di aver postato su Facebook parole di odio nei confronti di migranti e rifugiati. Il fascicolo d'inchiesta a suo carico è stato aperto qualche giorno fa dal procuratore aggiunto di Venezia, Adelchi D'Ippolito, il quale sta acquisendo tutti gli elementi necessari a verificare se vi siano gli estremi per chiedere il rinvio a giudizio della docente. Su segnalazione della dirigente scolastica del Marco Polo, l'Ufficio scolastico territoriale del Veneto ha anche aperto un procedimento disciplinare nel confronti dell'insegnante che, in precedenza, aveva prestato servizio in altre scuole della città: i licei Foscarini e Benedetti e l'istituto Algarotti. Al Marco Polo era arrivata da circa un mese...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Novembre 2016, 10:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Razzismo su Fb, la prof indagata
per istigazione all'odio razziale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 46 commenti presenti
2016-11-13 11:44:02
Meglio pochi ma veri.
2016-11-12 15:57:48
Caro Mik, appoggio la tua proposta, temo pero che se noi due non abbiamo problemi, altri potrebbero improvvisamente diventare oltranzisti difensori della privacy. Probabilmente rimarremmo io, tu, Orcokan e pochi altri
2016-11-12 13:27:40
Democraticamente si dovrebbe poter esprimere la propria idea e posizione in merito agli argomenti che ci interessano, altrettanto democraticamente dobbiamo accettare anche quelle opinioni che non sono in linea con il nostro pensiero. Altrettanto sacrosanta dovrebbe essere la libertà di esprimere la propria idea in modo integrale senza censure preventive ad opera della redazione, questa è una prima restrizione al pensiero dei commentarori (avete in redazione le generalità dei vari nick chiedete anche un documento.....lasciate libero il pensiero e le eventuali conseguenze dello stesso). Per quanto riguarda i pollici, certamente va impedita la proliferazione persone represse che attraverso questa pratica soddisfano il loro ego malato. Ed ora in libertà (spero) esprimo mia considerazione merito all'articolo:secondo me vanno valutate le posizioni quegli insegnanti che insegnano storia di Anna Frank, e tacciono sugli orrori Foibe......si sa la storia la scrive chi ha i soldi per l'inchiostro.
2016-11-12 10:53:01
@ basime e struchime, in base al suo commento,propongo al Gazzettino di obbligare tutti a commentare con nome e cognome reale,attraverso una registrazione.
2016-11-11 20:50:03
@ gf43 2016-11-11 18:14:22: davanti a tanto accanimento irrazionale, trovo interessante la tua proposta.