Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Auto della polizia speronata durante un inseguimento esce di strada: feriti due agenti

Venerdì 3 Giugno 2022
INSEGUIMENTO Si è concluso a Padova con uno scontro e due agenti feriti l inseguimento a un auto cominciato a Marghera
7

MARGHERA - Da Marghera a Padova Ovest. Trentadue chilometri di semafori saltati, sorpassi oltre il limite in autostrada e macchine delle volanti della questura di Venezia e della Stradale di Venezia a inseguire una grossa Bmw. Un’ora - totale - di follia corsa quasi sempre ai duecento all’ora prima di venire chiusi dalle auto degli agenti all’altezza del casello padovano sotto gli occhi di chi, nella notte tra mercoledì e ieri, era in autostrada: le macchine degli agenti della Stradale speronate, due poliziotti portati in ospedale dall’ambulanza, tre persone identificate e una, il guidatore dell’auto impazzita, fuggita tra i campi dopo lo scontro. Trovarlo, è il perno dell’indagine aperta.
 

LA RICOSTRUZIONE
L’inizio della serata è a Marghera. Sono i residenti della zona di via Fratelli Bandiera a chiamare la centrale operativa della questura e avvertire di una macchina che corre per la città senza rispettare limiti e segnali. Nemmeno il rosso al semaforo la blocca. Agli agenti delle volanti ci vuole poco per individuare l’auto, una Bmw, anche perché le segnalazioni si sommano con il passare dei minuti. Una prima volante si mette all’inseguimento dell’auto, la avvicina e fa segno di fermarsi. 
La Bmw accelera per una scena che si ripete più volte mentre il guidatore brucia segnali, incroci e semafori, anche quando sulla sua strada si trovano altre macchine che nulla c’entrano con la fuga e l’inseguimento. La polizia prova a fermarla ma le traiettorie dell’autista riescono a ingannare gli agenti: in pochi minuti a folle velocità nel cuore di Marghera e lungo la tangenziale di Mestre, la Bmw raggiunge la barriera di Villabona ed entra in autostrada in direzione Milano.
 

L’AUTOSTRADA
La corsa ai duecento all’ora continua anche in A4. Agli agenti delle volanti si aggiungono anche le auto della Stradale di Venezia. Sono loro a raggiungere l’auto - mentre altri poliziotti mettono in sicurezza la carreggiata scortando l’inseguimento - e chiuderla. La Bmw non si ferma fino a quando, all’altezza di Padova Ovest, poliziotti e fuggitivi si scontrano. Il più veloce a uscire dalle lamiere è il guidatore della Bmw che scavalca il guardrail e scappa. I tre passeggeri vengono fermati e identificati ma non arrestati perché l’unico responsabile è chi era al volante. 
Arriva il 118, due agenti vengono ricoverati. Le indagini per scoprire l’autista sono iniziate.
 

Ultimo aggiornamento: 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci