Piscine, accordo trovato: tra 6 e 8 giugno ritornano tutti in vasca

Giovedì 28 Maggio 2020 di Francesco Coppola
​Piscine, accordo trovato: tra 6 e 8 giugno ritornano tutti in vasca
MESTRE E' risultato più che positivo l'incontro che si è svolto ieri on-line tra i gestori degli impianti natatori di Mestre e Venezia e i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale.
Riunione che ha visto da una parte il gruppo appartenente all'Assonuoto (Associazione Gestione Piscine), presieduta da Alessandro Valentini, e dall'altro quelli del Comune, il Capo di Gabinetto del Sindaco, Morris Ceron e il referente, avv. Marco Mastroianni. Una riunione che ha spinto la maggior parte dei gestori a pensare di riaprire gli impianti nella prima settimana di giugno alla luce di tutte le difficoltà legate all'applicazione dei vari protocolli, al ritorno al lavoro dei dipendenti e all'aumento dei costi da sostenere per l'applicazione dei regolamenti. 

Quello di ieri è stato il primo incontro interlocutorio cui seguiranno quelli che analizzeranno di volta in volta la situazione dei vari impianti che sono diversi l'uno dall'altro. Ma l'obiettivo principale era quello di iniziare un percorso che ha evidenziato buona disponibilità da parte dell'Amministrazione Comunale. 

E' andata più che bene - ha sottolineato Alessandro Valentini - che ci ha rincuorato. Una situazione che ha quindi spinto i gestori ad accelerare i lavori per completare la messa in regola necessaria alla riapertura all'utenza la prossima settimana. Tra i gestori quelli che avevano anticipato l'apertura lunedì scorso era stato l'impianto della Rari Nantes Venezia a Saccafisola. 

Abbiamo aperto lunedì - ha detto Gianni Zanardo, direttore della piscina Amedeo Chimisso - per dare un giusto servizio alla cittadinanza in ottemperanza ai vari decreti. Lo abbiamo fatto perché ci sono state tante richieste da parte degli utenti, ma anche per permettere di concludere i vari corsi che erano stati bloccati prima. Crediamo di aver fatto la scelta giusta dando un servizio ai cittadini che erano da mesi chiusi in casa e quando abbiamo saputo che si poteva aprire seguendo le varie regole, lo abbiamo fatto. Gli utenti hanno capito che se si comportano bene potranno continuare a fare attività. Siamo molto soddisfatti. 
Lunedì sono state un centinaio le persone che sono tornate in piscina e c'è stata una buona risposta - ha concluso - . Nel Comune di Venezia siamo stati noi gli unici ad aprire come da disposizioni. 

SODDISFAZIONE
Sono contentissimo perché fortunatamente i Comune ha dato la disponibilità - ha raccontato Alessandro Di Mauro - La Piscina del Centro dovrebbe essere riaperta l'8 giugno in quanto stiamo ultimando i preparativi; mentre la scoperta di Bissuola dal 6 e quella coperta della stessa qualche giorno dopo perchè abbiamo privilegiato l'esterna. 

Siamo contenti perché il Comune si è reso conto che abbiamo delle grosse difficoltà ed è disponibile al confronto - ha detto David Salvadori, gestore dell'impianto del Lido - . Da lunedì faremo una piccola apertura con la palestra che crea pochi problemi, proporremo i Centri Estivi e verificare se ci saranno i numeri sufficienti per giustificare l'apertura.

Siamo soddisfatti per l'apertura e l'incoraggiamento del Comune - ha raccontato Davide Giorgi, presidente della Polisportiva Terraglio - . La prossima settimana cominciamo a riaprire la segreteria per poi proseguire con il resto. 

La riapertura avverrà l'8 giugno e sarà anche dal punto di vista economico e di tutti i protocolli molto impegnativa - ha precisato Francesca Penzo, direttrice della Piscina di Via Calabria, alla Gazzera - . Tenendo presente anche che l'utenza in questo periodo fisiologicamente diminuisce. Apriamo ovviamente ma sarà difficile e oneroso. Ci ha fatto piacere che il Comune si è reso disponibile ad ascoltare le nostre perplessità anche perché bisognerà attivare un'organizzazione più costosa rispetto a quella di prima.  © RIPRODUZIONE RISERVATA