Piove, la scuola è un colabrodo:
decine di secchi in corridoio

Domenica 18 Settembre 2016 di Gabriele Pipia
6

MIRANO - I secchi ovunque, le bidelle costrette a fare gli straordinari, i ragazzi con il cellulare in mano pronti a immortalare una situazione che si trascina da quasi vent'anni. Appena arriva un forte temporale, diversi corridoi delle scuole superiori di Mirano puntualmente si allagano. Una scena vista e rivista, una situazione nota a chiunque abbia frequentato gli istituti.
 


È capitato anche con la "bomba d'acqua" di giovedì mattina: studenti e genitori hanno subito alzato la voce ma all'orizzonte non c'è alcuna soluzione, perché servirebbe un intervento da oltre cinque milioni di euro e oggi quella spesa appare un miraggio. Nella cittadella scolastica di via Matteotti, dove alcune migliaia di studenti frequentano gli istituti Majorana, 8 Marzo-Lorenz e Levi-Ponti, il problema strutturale risale alla costruzione del complesso: andrebbero rifatte interamente le coperture ma in tutti questi anni tecnici e operai hanno fatto solamente interventi-tampone.

Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 11:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci