Piove, la scuola è un colabrodo:
decine di secchi in corridoio

PER APPROFONDIRE: mirano, pioggia, scuola, secchi
Piove, la scuola è un colabrodo: ​decine di secchi in corridoio

di Gabriele Pipia

MIRANO - I secchi ovunque, le bidelle costrette a fare gli straordinari, i ragazzi con il cellulare in mano pronti a immortalare una situazione che si trascina da quasi vent'anni. Appena arriva un forte temporale, diversi corridoi delle scuole superiori di Mirano puntualmente si allagano. Una scena vista e rivista, una situazione nota a chiunque abbia frequentato gli istituti.
 

È capitato anche con la "bomba d'acqua" di giovedì mattina: studenti e genitori hanno subito alzato la voce ma all'orizzonte non c'è alcuna soluzione, perché servirebbe un intervento da oltre cinque milioni di euro e oggi quella spesa appare un miraggio. Nella cittadella scolastica di via Matteotti, dove alcune migliaia di studenti frequentano gli istituti Majorana, 8 Marzo-Lorenz e Levi-Ponti, il problema strutturale risale alla costruzione del complesso: andrebbero rifatte interamente le coperture ma in tutti questi anni tecnici e operai hanno fatto solamente interventi-tampone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 18 Settembre 2016, 13:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Piove, la scuola è un colabrodo:
decine di secchi in corridoio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2016-09-19 12:06:33
La buona scuola di Renzi... abbiamo un insegnante per 10 allievi! ma i muri delig edifici scolastici crollano... effetivamente i muri non portano voti!....
2016-09-19 09:50:42
Ormai è appurato che le scuole in Italia sono costruite con i piedi, al nord fanno acqua, al centro cascano, al sud è meglio andar sotto un albero a far lezione.
2016-09-19 06:58:52
La Buona scuola comincia dal tetto e dalla solidita' dei muri..poi se proprio sedili e banchi comodi e solidi , non tubi saldati e pannelli di truciolato con laminato plastico che dopo una nno si sfaldano e scollano e formano schegge.Al buco per il calamaio hanno cambiato nome..foro passaggio cavi di computer..inesistente.Se proprio usano i tablet..o note book.Persino certe sedie...si sfondano per il peso o le loro saldature si crepano.Per non parlare dei tappi di gomma che invece son di plastica e ..conseguenti barcollamenti rumorosi di sedie.Poi ..alcuni studenti liceali stangoni da due metri mi hanno riferito che le dimensioni dei banchi erano uguali a quelle delle Medie inferiori...con accentuazione di scoliosi e posizioni viziate...e senso di costrizione alle gambe.Alcuni si portavano cuscino;le tose ..tamponavano schegge strappacollant sulle sedie con nastro adesivo di carta.Pure le Insegnanti femmina...dal primo giorno, procedevano alla manovra pro risparmio spese di rappresentanza.
2016-09-18 20:44:04
Cari studenti, adottate qualche migrante. Avrete la scuola nuova!!!
2016-09-18 17:13:39
CERTO !! e' piu' importante dare i 35 euro agli immigrati oppure andarli a prendere a casa loro e portarli qua...A TUTTI I COSTI !!! poi, farli passare per profughi e' UN GIOCHETTO DA RAGAZZI !!!