Brugnaro: «Casinò, Pili e stadio: in Consiglio tutti i progetti per il futuro»

PER APPROFONDIRE: brugnaro, faro, marghera, pili, progetto, ramses, sindaco
Il sindaco Luigi Brugnaro

di Elisio Trevisan

VENEZIA - «Il progetto dei Pili andrà in Consiglio, eccome se ci andrà, come quello per il nuovo Casinò, per lo stadio e per qualsiasi altro intervento di interesse generale. E vorrò vedere chi avrà il coraggio di scegliere tra sviluppo e immobilismo, tra futuro e un presente senza un domani per i nostri ragazzi».

Luigi Brugnaro ha acceso il faro Ramses II puntato sul cielo, fino ad 11 chilometri di altezza, «per ricordare a tutto il Veneto che qui c’è Porto Marghera e che noi la stiamo facendo rinascere» ma allo stesso tempo sotto alla luce potente di quel faro ha abbandonato ogni remora e si è sfogato sulla questione spinosa dei 42 ettari in riva alla laguna che, quand’era solo imprenditore nel 2005, acquistò per 5 milioni di euro dal Demanio. «Li ho comprati io perché nessun altro aveva soldi, li avevano sperperati e io invece li avevo messi da parte e ho deciso di fare qualcosa anche per il territorio dove vivo». Irrefrenabile ha smentito gli stessi amministratori del blind trust al quale ha consegnato i suoi beni per evitare i conflitti d’interesse. L’amministratore unico della LB Holding qualche giorno fa aveva detto che non serve il Consiglio comunale perché non ci sono cambi di destinazioni d’uso da fare.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Gennaio 2018, 06:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Brugnaro: «Casinò, Pili e stadio: in Consiglio tutti i progetti per il futuro»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2018-01-17 11:10:28
chiunque va a comandare viene sempre criticato.... ma le critiche non devono impedire lo sviluppo e l'innovazione delle città soprattutto nel caso di un forte degrado come quello presente a Mestre - Marghera, un hinterland rimasto fortemente arretrato e concettualmente obsoleto da ogni punto di vista (trasporti, servizi, spazi verdi, urbanistica, ecc.), il problema principale è che la gente che abita lì si è abituata al degrado e non ha idea di come può essere una città veramente bella e abitabile.... non confondente il degrado in cui vivete con le possibilità positive che non vi date !
2018-01-17 09:35:49
E comunque bianco-rosso era il Mestre. Ed era bellissimo assistere ai derby tra Reyer e Mestre (sia al Palasport Arsenale che al Taliercio, all'epoca appena costruito che ancora non si chiamava Taliercio ma Porto di Cavergnago). Purtroppo le cose cambiano e Venezia è diventata Veniceland, ma la Reyer è e sempre sarà oro granata Venezia! Anche a me dà fastidio sentir gridare Reyer Venezia a Mestre e Venezia-Mestre al Penzo....ma piuttosto di non esserci, ben venga la Reyer odierna che almeno invoglia tanti ragazzini/e a giocare a basket.
2018-01-17 09:31:30
Risposta per maurizio giudecca . Gentile utente primo Brugnaro è sindaco di tutti e comunque se proprio devo dirla tutta io non ho nemmeno esercitato il mio diritto al voto perché all'epoca (purtroppo esattamente come oggi per le politiche), non ritenevo nessuno all'altezza di governare la nostra città. Però col passare del tempo qualcosa è stato fatto a Venezia, mentre con i precedenti di tangibile non si era visto nulla. Poi per quanto riguarda la questione di bonificare o meno la zona, questo lo lascio a chi ha competenza ed io non sono in grado. Dico però che se in zona esistono già locali, discoteche o ritrovi per giovani, spero vivamente che non ci siano terreni avvelenati...e comunque non è che dove hanno fatto il parco di san giuliano o il campo da calcio zona VIale San Marco, Campalto ecc... siano tutte rose e fiori. E che si parla sempre per sentito dire.... Brugnaro avrà i suoi limiti ma almeno agisce e si prende le responsabilità del fare che altri non hanno avuto. Per quanto riguarda la Reyer è sempre stata oro granata, fondata nel 1872 in Venezia. Purtroppo se Venezia si è spopolata e se hanno fatto già negli anni 80 un palazzetto già fuori norma, non credo sia colpa di Brugnaro... Per il resto credo che qualsiasi iniziativa che porta lavoro sia la benvenuta, soprattutto per i nostri figli che spero non aspirino tutti a "lavorare" in Comune!
2018-01-16 16:03:39
avanti così Brugnaro, i giovani sono tutti con te ! per nuovi investimenti e nuovi posti di lavoro a Mestre, Marghera e Venezia
2018-01-16 16:51:25
Becera propaganda. Gli unici lavori in questa visione alberghiera del sindaco sono: camerieri, guardia sale, lavapiatti... i giovani con un mestiere in mano migrano... purtroppo...