Migranti sui binari, bloccata la linea ferroviaria Trieste-Venezia

Venerdì 11 Settembre 2020 di Marco Corazza
Treni bloccati
2
Persone non autorizzate sulla linea ferroviaria, in tilt la linea Trieste-Venezia. Da questa mattina i treni sono bloccati per la presenza di persone tra le stazioni di San Stino di Livenza e San Donà di Piave. Diverse le segnalazioni arrivate dai lettori.
 

Migranti sui binari: treni in tilt

Un gruppo di 17 migranti è stato rintracciato questa mattina dalla Polizia di Frontiera nei pressi dello scalo ferroviario di Sistiana-Visogliano (Trieste), mentre camminava vicino ai binari. A causa della presenza di persone lungo la ferrovia, la circolazione dei treni tra Trieste e Monfalcone (Gorizia) ha subito leggeri rallentamenti. In particolare, riferisce Rfi, tre convogli hanno maturato alcuni minuti di ritardo. A quanto si apprende, il gruppo sarebbe stato lasciato lungo la linea ferroviaria da passeur perché raggiungesse i centri abitati. I migranti sono quindi stati accompagnati al Comando di Fernetti per l'identificazione. 

Le testimonianze dei pendolari
«Siamo fermi alla stazione di San Stino - scrivono alcuni utenti - il treno non si muove perchè ci informano che ci sono persone sulla linea ferroviaria». La conferma arriva da Treinitalia. "Abbiamo registrato la presenza di persone non autorizzate sulla linea tra San Stino di Livenza e San Donà di Piave, i treni sono bloccati". Immediato l'intervento della Polizia ferroviaria di Portogruaro e del personale delle Ferrovie. Bloccato anche il treno Intercity 584/585 partito da Trieste Centrale alle 7.21 per  Roma Termini, fermo dalle ore 8:44. Al momento l'unica alternativa per raggiungere Venezia sono i Bius della linea 8 di Atvo. 

In stazione a Ceggia
Persone estranee non autorizzate nella stazione di Ceggia: i treni da e per Portogruaro e Venezia in ritardo di anche 60 minuti, con variazioni e cancellazioni. Sul posto la polizia. Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA