«Non ricorda i figli», Mazzacurati per la perizia è incapace di intendere

Lunedì 16 Gennaio 2017
35

VENEZIA  - Giovanni Mazzacurati avrebbe manifestato una sostanziale incapace di intendere e volere nel corso della perizia svolta nei giorni scorsi negli Stati Uniti, dove l'ex presidente del Consorzio Venezia Nuova risiede da alcuni anni, ed effettuata nell'ambito del processo a carico di otto imputati nell'inchiesta Mose, in corso a Venezia. La perizia è stata effettuata, per conto del Tribunale, dal dott. Carlo Schenardi che presenterà l'esito conclusivo dell'accertamento sulle condizioni psico-fisiche di Mazzacurati in aula il 26 gennaio prossimo, prima udienza utile. 
Secondo quanto si è appreso da fonti qualificate, Mazzacurati sarebbe apparso estremamente confuso e disorientato, tanto che a precise domande non avrebbe saputo dare adeguate minime risposte. Tra i test effettuati, anche quello se si ricordasse dove abitava, al quale ha risposto di essere convinto di essere ancora a Venezia. Ed ancora alla richiesta di dire i nomi dei propri figli non è riuscito a rispondere se non in parte, così come non è stato in grado di leggere l'ora su un orologio. Mazzacurati sarebbe apparso prostrato e frustrato per l'incapacità di interagire con il perito tanto da far pensare, rispetto ai dati già in possesso di Schenardi, che sia peggiorato per quanto concerne la sua possibile patologia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA