Pensione per il comandante dei vigili del fuoco: in tutta la carriera mai giorni d'assenza per malattia

Giovedì 28 Maggio 2020 di Marco Corazza
il comandante Di Iorio
2
Lascia il servizio il 31 maggio e va in pensione il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia, Giovanni Di Iorio. In laguna dal 27 maggio 2019, Di Iorio ha gestito oltre 11.000 interventi di soccorso, tra i quali l'incidente alla Msc Opera del 2 giugno scorso, l'acqua alta del 12 novembre, incidenti in impianti a rischio rilevante, l'emergenza sanitaria Covid-19, e l'ultimo incendio del 15 maggio alla 3V Sigma di Marghera.

Prima di arrivare a Venezia è stato alla guida dei Comandi provinciali di Piacenza, Benevento, Asti, Foggia, Ravenna, Rimini, Ancona, dirigente superiore del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, Vicario del Direttore centrale della Direzione per la Emergenza e della Direzione Prevenzione e la Sicurezza, in due diversi periodi.

Non ha mai fatto un giorno d'assenza per malattia. Laureato a Bari in ingegneria meccanica nel 1983, Di Iorio è nato nel 1955 a Celenza Val Fortore (Foggia). Ha partecipato con funzioni di Comando a varie calamità naturali ed emergenze nazionali, tra cui l'alluvione del Piemonte nel 1994, il sisma Umbria-Marche del 1997, il sisma de L'Aquila nel 2009, l'alluvione in Liguria nel 2011, il sisma in Emilia del 2012, quello in centro Italia del 2016, il crollo del ponte Morandi a Genova Ultimo aggiornamento: 13:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA