Il parroco "spegne" le campane di notte, così la chiesa salva l'albergo

Venerdì 22 Ottobre 2021 di Davide De Bortoli
Maurizio Trevisiol indica il campanile
2

NOVENTA DI PIAVE - «Da mercoledì le campane della chiesa di Noventa non suonano più durante la notte». È quanto spiega Maurizio Trevisiol, titolare di due hotel denominati “Leon d’oro”, entrambi vicino alla chiesa parrocchiale, uno da una parte e uno dall’altra rispetto al luogo sacro; in pratica lo accerchiano.
L’albergatore nei giorni scorsi era pronto a rivolgersi ad un legale per tutelare la propria attività contro il parroco, don Mario Rossetto, dopo che sul portale Booking.com era comparsa l’ennesima recensione negativa di un cliente: «La chiesa accanto continuava a suonare ogni ora per tutta la notte, nessuna possibilità di dormire». 

Da ieri, però, la campane sono silenti in orario notturno, per cui Trevisiol fa sapere di aver sepolto l’ascia di guerra. «Mercoledì sera mi ha telefonato un referente dell’oratorio – precisa l’albergatore – spiegandomi che le campane non avrebbero più disturbato di notte. Apprezzo il dietrofront del parroco, poiché fino a qualche giorno fa i rintocchi suonavano anche di notte. Mercoledì mattina, invece, i primi sono stati alle 7 e poi alle 8, mentre fino a martedì erano alle 6.45 e anche durante l'orario del sonno. Sembra quindi che il problema si sia risolto, dopo aver sollevato la questione sul Gazzettino, e spero che don Mario continui a tenere questo comportamento rispettoso della quiete e del mio lavoro. Non sono mai stato contrario alle campane per partito preso, chiedo solo di rispettare il mio diritto di lavorare».

Trevisiol aggiunge che in base ad un decreto del 2011 della diocesi di Treviso (di cui il paese di Noventa fa parte) si stabilisce che «il suono delle campane è consentito nei giorni feriali dalle 7 alle 21 e nei festivi dalle 7.30 alle 21, ad eccezione della veglia pasquale e della notte di Natale. Ma a Noventa l’eccezione era la regola, ogni santo giorno dell’anno, praticamente sempre fino a martedì scorso».

Lo stesso regolamento della curia prevede che i limiti orari “devono essere rispettati anche per eventuali rintocchi dell’orologio campanario, qualora il suo utilizzo sia di competenza della parrocchia o di altro ente ecclesiastico”.
Contattata la parrocchia non è stato possibile mettersi in contatto con il parroco ieri pomeriggio. Nei giorni scorsi anche il noto programma “Mi manda Rai Tre” si era interessato alla vicenda registrando un servizio proprio a Noventa.

Ultimo aggiornamento: 08:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA